3 voti di fiducia in 2 giorni, il governo Gentiloni sale a quota 17

Con la pausa estiva che si avvicina, l’esecutivo di Gentiloni ha utilizzato la fiducia per velocizzare l’approvazione di 3 decreti in scadenza: mezzogiorno, vaccini e banche venete. Con i 10 di Letta, 66 di Renzi e 17 di Gentiloni la fiducia è stata posta 93 volte da inizio legislatura.

Nella settimana del caldo dibattito sul ddl Richetti, il governo Gentiloni ha messo l’acceleratore su 3 dei 4 decreti legge attualmente in discussione, ponendo prima la fiducia al senato sul decreto mezzogiorno, e successivamente su quello banche venete (sempre al senato) e vaccini (alla camera).

Sono ora 17 le occasioni in cui l’esecutivo Gentiloni ha utilizzato la fiducia per velocizzare il dibattito parlamentare: 10 volte a Palazzo Madama (dove la maggioranza è notoriamente più ballerina) e 7 volte a Montecitorio. Da quando si è insediato il 12 dicembre 2016, il governo ha utilizzato questo strumento 2,43 volte al mese, seconda media più alta fra gli ultimi 5 governi, battuta solamente da quella del governo Monti (3 al mese).



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi