A Brescello la situazione sta lentamente tornando alla normalità

Prosegue l’impegno della Protezione civile del Trentino in Emilia, in particolare a Lentigione, nel comune di Brescello, colpito dall’esondazione del fiume Enza, dove la Provincia ha inviato ieri un mezzo anfibio e quattro persone di equipaggio. A Lentigione, nel frattempo la situazione è decisamente migliorata. Non si registrano più esondazioni lungo l’argine e anche l’acqua presente in paese sta lentamente defluendo. Le persone cominciano a rioccupare dunque le proprie abitazioni, anche se mancano tuttora acqua e luce e gli impianti fognari sono fuori uso.
Il personale della Protezione civile trentina, nella giornata di ieri, ha trasportato dalle zone alluvionate , nel centro del paese, al punto di raccolta allestito dal Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco più di 60 persone. Diverse soprattutto le persone anziane soccorse. “L’impegno di chi si adopera per gli altri ci è particolarmente caro – ha commentato l’assessore Tiziano Mellarini – . Ancora una volta il Trentino c’è là dove è utile il suo aiuto. E continuerà ad esserci”.
L’intervento in Emilia è coordinato dal Servizio Prevenzione rischi della Provincia autonoma di Trento, che segue costantemente l’evolversi della situazione.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi