A DUE MESI DA STUPRO ACCESSI TUTTI APERTI

VIA ADRIANO, SARDONE (FI): A DUE MESI DA STUPRO ACCESSI TUTTI APERTI. REALTA’ DI DEGRADO BEN DIVERSA DA PROMESSE COMUNE
MILANO – A due mesi dallo stupro di una ragazza italiana all’interno dell’edificio abbandonato e occupato tra Via Adriano e via Mulas – commenta Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia – la realtà di quest’area evidenzia in pieno l’immobilismo del Comune. L’edificio è costantemente occupato, decine di sbandati, clandestini e delinquenti lo affollano ogni giorno e ogni notte. Gli accessi allo stabile sono sempre di più, le recinzioni sono state divelte in vari punti.

Il Comune non ha predisposto alcun presidio fisso della polizia locale e si vanta, incredibilmente, che da luglio ad oggi sono state fatte 15 (!) identificazioni degli occupanti e sono stati tolti una trentina di giacigli. Peccato che in questo palazzo siano passate centinaia di persone in questo periodo e i giacigli siano lì, ben visibili, in ogni piano del palazzo. Ricordiamo che ci troviamo a pochi metri da abitazioni e da un asilo. Gli sgomberi sono stati pochissimi, mai continui e costanti. Il Comune non ha predisposto azioni per tentare di arginare l’occupazione pur potendo esercitare i poteri sostitutivi per la messa in sicurezza, non ha sollecitato interventi continui e non quelli spot ogni due mesi che non servono a nulla. Allo stesso tempo nulla ha fatto per attuare un esproprio per pubblica utilità, consentito dall’articolo 12 del regolamento edilizio.

Ora ricomincia a fare promesse dopo anni di immobilismo. Intanto aggressioni, scippi, rapine e risse sono una costante nel quartiere. Sembra quasi che al Comune faccia comodo avere quest’area a disposizione di clandestini e delinquenti.

E’ scandaloso che si continui a puntare il dito su chi denuncia la situazione e segnala i problemi piuttosto di porre rimedio alla situazione. Il sindaco e l’assessore alla sicurezza sono ormai malati di annuncite (in pieno stile Renzi) mentre i quartieri periferici aspettano interventi strutturali e non le solite promesse. Sala, tra l’altro, non si è mai visto in questa area e probabilmente nemmeno è a conoscenza di quale sia questo edificio che tanto allarma i cittadini. Mentre le periferie chiedono attenzione il Sindaco si fa i selfie mentre va a una manifestazione Pd a Roma. Ecco l’attenzione rivolta ai milanesi.

Silvia SARDONE



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi