A Roma la XVI edizione del Premio Europa per il Teatro

Dal 12 al 17 dicembre Roma ospita la XVI edizione del Premio Europa per il Teatro, nato nel 1987 e riconosciuto dal 2002 dal Parlamento e dal Consiglio Europeo Organizzazione di interesse culturale europea.

Dopo nove edizioni a Taormina, il Premio è diventato itinerante in Europa. La decima edizione si è svolta a Torino, le due seguenti a Salonicco, poi Wroclaw, San Pietroburgo e lo scorso anno a Craiova in Romania per rientrare quest’anno nuovamente in Italia, a Roma, ad aprire, in qualità di prima iniziativa, l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018.

La Giuria del Premio è aiutata, per la selezione dei candidati del Premio Europa Realtà Teatrali, da una Consulta (400 partecipanti) della quale fanno parte gli Organismi Associati al Premio, i premiati delle passate edizioni del Premio critici, giornalisti, direttori di teatro e di festival e rappresentanti di istituzioni culturali.

Il Teatro di Roma partecipa all’evento in qualità di partner organizzativo; inoltre collaborano all’iniziativa il Polo Museale del Lazio con il Palazzo Venezia e il Teatro Palladium.

Gli artisti premiati partecipano alla manifestazione con spettacoli, anteprime, letture e dimostrazioni di lavoro, alle quali si aggiungono interventi e relazioni di critici, studiosi e giornalisti della stampa internazionale.

Il Premio è stato assegnato quest’anno a Isabelle Huppert e Jeremy Irons, artisti capaci di appassionare sia al teatro che al cinema. I due attori prenderanno parte a una performance ideata appositamente per il Premio Europa: Ashes to Ashes di Harold Pinter. Inoltre Isabelle Huppert leggerà dei brani di Guy de Maupassant

Un Premio Speciale è stato assegnato a Wole Soyinka, scrittore, drammaturgo e poeta, premio Nobel per la letteratura nel 1986, che con la sua opera ha saputo creare un ponte ideale tra l’Europa e l’Africa. Una Menzione Speciale è stata poi riconosciuta all’impegno di Fadhel Jaibi, uomo di teatro tunisino.

Per il Premio Realtà Teatrali la giuria ha scelto: Susanne Kennedy, Jernej Lorenci, Yael Ronen, Alessandro Sciarroni, Kirill Serebrennikov e Theatre N.°99; un Premio Speciale è assegnato a Dimitris Papaioannou.

Inoltre, la sezione Ritorni del Premio Europa per il Teatro ospita produzioni di artisti premiati in edizioni precedenti: Giorgio Barberio Corsetti con Re Lear, il 12 dicembre al Teatro Argentina; Peter Stein con Riccardo II, il 14 dicembre al Teatro Nazionale; Robert Wilson insieme agli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico riesplora e ripropone Hamletmachine di Heiner Müller, 15 dicembre all’Auditorium Parco della Musica.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi