A Sassari la sosta si paga con la app

Niente più corsa alla ricerca delle monetine: a Sassari dal 16 aprile il parcheggio si paga con il bancomat e con il telefonino. Le novità, che non escludono la possibilità di continuare a usare le monete per chi lo preferisce, sono state presentate alla stampa oggi, 9 aprile, dal sindaco Nicola Sanna, dall’assessore alla Mobilità Antonio Piu, dal direttore operation di Saba Italia Alessandro Crescenzi, dal responsabile dell’area Sud e isole Luigi Greco, dal referente per Sassari Giampiero Meloni e da Eloisa Severini responsabile commerciale di easy Park per Centro Italia e Sardegna. L’Amministrazione comunale ha siglato nuovi accordi con Saba Italia che permetteranno di agevolare la cittadinanza nell’uso dei parcheggi, soprattutto sotterranei: un ulteriore tassello del progetto della Giunta per ottimizzazione e innovare i servizi pubblici e rendere la città più tecnologica, più godibile e fruibile per tutti e tutte, dove è piacevole passeggiare, nel centro come nei viali.

Con la app il parcheggio si paga al minuto. Con l’app EasyPark, la sosta su strisce blu si gestisce dal cellulare. EasyPark, l’applicazione per smartphone più diffusa in Italia e in Europa, consente all’automobilista di attivare e terminare la propria sosta dal cellulare, con diversi vantaggi tra i quali la possibilità di prolungare la durata della sosta comodamente dall’app, ovunque ci si trovi, o interromperla anticipatamente al rientro in auto. A Sassari, EasyPark prevede una commissione di 0,39 euro a sosta, da aggiungere alla sosta consumata. Chi utilizza spesso il servizio, anche in più città, può invece scegliere il pacchetto EasyPark Large, al canone fisso mensile di 2,99 euro.

Parcometri innovativi. I parcometri sono stati tutti aggiornati e ora, oltre a un design più moderno, hanno una tastiera alfanumerica che permette di inserire anche il numero di targa ma soprattutto di pagare con il bancomat. Inoltre non sarà più necessario consegnare il tagliando di integrazione agli operatori e sarà sufficiente regolarizzare attraverso le colonnine. Tutte novità che agevolano gli utenti ed evitano alcuni dei problemi riscontrati da Saba Italia negli anni di gestione dei parcheggi cittadini, come la difficoltà a perfezionare l’integrazione.

Ausiliari smart. Anche i dipendenti della società sono dotati ora di strumenti di lavoro più tecnologici. Gli operatori hanno un cellulare che permetterà di verificare la validità delle soste nonché la registrazione online delle irregolarità (avvisi di parziale pagamento). Ancora una volta questo comporterà meno problemi per il cittadino e una maggiore affidabilità dei servizi di controllo.

Parcheggi di superficie e interrati. Altre novità, che saranno attive entro fine mese, riguardano le soste facili nei parcheggi interrati di piazza Fiume e dell’emiciclo e l’unificazione della tariffa per le strisce blu. È incentivata la sosta negli spazi sotterranei: la prima mezz’ora sarà completamente gratuita. Confermate le tariffe speciali: un euro dalle 13 alle 16 e dalle 20 alle 8 e la domenica massimo 3 euro per tutto il giorno. Restano inoltre gli abbonamenti per residenti nella zona a traffico limitato, per chi non ha un permesso valido per la sosta in ZTL e non possiede garage o posto auto privato o in condominio. Per chi ha i requisiti, sono disponibili gli abbonamenti h24 da 500 euro all’anno o 50 al mese, il “notturno per residenti” da 300 euro l’anno o 30 mensili (tutti i giorni dalle 20 alle 9, e 24 ore su 24 per sabato, domenica e festivi). Sempre nelle strutture sotterranee resta l’offerta per i commercianti della Ztl aderenti: un ticket omaggio che coprirà fino a due ore di sosta per chi fa acquisti nei loro negozi. I biglietti saranno validi per sei mesi e potranno essere accumulati. Nelle strisce blu lungo le strade, dove non esisterà più differenza tra zone periferiche e centrali, sarà possibile pagare porzioni di ora: ogni 20 minuti la sosta costerà 50 centesimi.

Saba Italia. Saba Parcheggi è una società del gruppo Saba Infrastrutture e opera in Spagna, Italia, Portogallo, Cile e Andorra. Il gruppo Saba, con circa 1400 dipendenti, si occupa della gestione di più di 195.000 posti auto distribuiti in 368 centri. In Italia sono presenti ad Assisi, Verona, Trieste, Venezia/Mestre, Cremona, Vignola, Bologna, Genova, Ascoli Piceno, Pisa, Perugia, Milano, Rieti, Roma, Sassari, Bari, Brindisi e Cosenza.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi