A Vignola (Mo) Bonaccini ha festeggiato i 10 anni del laboratorio per disabili dell’Asp “G. Gasparini”

Preparare persone affette da disabilità cognitiva di medio-grave entità a svolgere un’attività artigianale all’interno dei normali luoghi di lavoro: è l’obiettivo del laboratorio “Caspita”, realizzato a Vignola (Mo) dall’Azienda servizi alla persona (Asp) “Giorgio Gasparini” che fa capo al Comune. A festeggiare i dieci anni della struttura e dall’apertura della Asp modenese, che oltre alla bottega artigianale conta anche una Casa residenza per anziani e un Centro socio-riabilitativo diurno, oggi era presente anche il presidente della Regione, Stefano Bonaccini.

Sono 18 le persone di età compresa tra i 20 e i 40 anni impegnate nel laboratorio di manufatti artigianali (oggettistica d’arredo e regalo, accessori in cuoio, biglietti personalizzati in carta riciclata autoprodotta, gadget personalizzati) o che realizzano per conto di imprese esterne componenti elettrici, elettronici e meccanici. Lavoratori a cui l’Asp riconosce un incentivo economico (borsa lavoro) sotto forma di contributo socio-assistenziale. In occasione del decennale è stato completamente rinnovato il punto vendita collegato al laboratorio.

“Una bella realtà, che testimonia come sia possibile valorizzare al massimo le capacità delle persone più fragili, per favorirne l’autonomia- ha sottolineato Bonaccini-. Un esempio di come intendiamo qualificare la risposta che il nostro sistema socio-sanitario deve ai cittadini: un sistema sul quale continuiamo a investire per rafforzarlo e innovarlo, capace di soddisfare e prevenire i bisogni della collettività e di tutte le persone. La struttura di cui oggi festeggiamo i dieci anni di vita, che coniuga assistenza agli anziani, alle persone con disabilità e partecipazione attiva del volontariato- ha concluso il presidente della Regione- è un esempio di come insieme si raggiungano risultati importanti: istituzioni, strutture pubbliche, le persone che vi operano e lavorano, sempre con grande professionalità, e la comunità locale”.

L’Azienda di servizi alla persona “Giorgio Gasparini”

Oltre al Laboratorio “Caspita”, la struttura comprende: una Casa residenza anziani di 66 posti accreditati, che ospita in un luogo protetto persone non autosufficienti o con patologie croniche invalidanti, e che pertanto non possono restare nella propria abitazione; il Centro socio-riabilitativo diurno “I Portici”, che offre un servizio diurno per disabili, in grado di accogliere ragazzi e giovani adulti compresi in una fascia d’età che va dall’uscita dalla scuola dell’obbligo fino ai 35 anni.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi