Accordo per passaggio ex Lucchni-Aferpi a Jindal

Angelini, “Si è aperta una fase nuova, è tornata percorribile la strada che potrà condurci a produrre, di nuovo, acciaio a Piombino. La vertenza è ben lungi dall’essere conclusa e la Cgil sarà, come sempre è stata, al fianco delle maestranze e del territorio perché neanche un posto di lavoro si perda”.

Firenze.- “A sorpresa, piacevole sorpresa, l’accordo raggiunto ieri pomeriggio al Mise per il passaggio dell’Ex Lucchini-Aferpi dal Gruppo algerino Cevital al colosso indiano della siderurgia Jindal. Una buona notizia, pur con tutta la prudenza del caso. Per questo risultato si devono ringraziare certamente le istituzioni centrali, regionali e locali, ma soprattutto le maestranze e le loro rappresentanze sindacali che hanno tenuto duro, che hanno, un giorno dietro l’altro, con le loro iniziative di mobilitazione e di lotta, rivendicato il loro diritto al lavoro e il diritto al futuro di un intero territorio. Ora si è aperta una fase nuova, è tornata percorribile la strada che potrà condurci a produrre, di nuovo, acciaio a Piombino. La vertenza è ben lungi dall’essere conclusa e la Cgil sarà, come sempre è stata, al fianco delle maestranze e del territorio perché neanche un posto di lavoro si perda”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi