Alcide De Gasperi “inedito”: una cerimonia con la figlia Maria Romana e l’apertura di una mostra

Lunedì 19 marzo alle 17.00, nella sala di rappresentanza di Palazzo Geremia a Trento, alla presenza della primogenita di Alcide De Gasperi, Maria Romana, sarà formalizzata la donazione alla Fondazione Museo storico del Trentino di alcuni oggetti personali appartenuti allo statista. Seguirà, nella Cappella Vantini di Palazzo Thun, l’inaugurazione della mostra “Alcide De Gasperi, la montagna, il Trentino: tracce di un rapporto sentimentale”, che rappresenta un primo tassello nell’opera di valorizzazione di questa importante donazione.

Qualche tempo fa Maria Romana De Gasperi aveva manifestato il desiderio di donare alla città «alcuni effetti personali, documenti, fotografie e una selezione di lettere personali», in ragione del legame affettivo con Trento e l’intero Trentino mantenuto lungo tutta la sua vita dal padre Alcide.

La Fondazione Museo storico del Trentino è stata individuata come il soggetto più adatto a prendersi cura del patrimonio oggetto di tale donazione, tenuto conto della sua opera per la valorizzazione della città di Trento, del Trentino e del Tirolo storico.
Lunedì 19 marzo alle 17.00, con una cerimonia pubblica a Palazzo Geremia alla quale parteciperanno Maria Romana De Gasperi, il sindaco di Trento Alessandro Andreatta, il direttore della Fondazione Museo storico del Trentino Giuseppe Ferrandi, il curatore della donazione per conto della famiglia Paolo Magagnotti e il direttore della Fondazione Trentina Alcide De Gasperi Marco Odorizzi, sarà firmato ufficialmente l’atto di donazione.

Dopo la cerimonia seguirà – nella Cappella Vantini di Palazzo Thun – l’inaugurazione della mostra “Alcide De Gasperi, la montagna, il Trentino: tracce di un rapporto sentimentale”, curata da Elena Tonezzer della Fondazione Museo storico del Trentino e realizzata in collaborazione con il Servizio cultura, turismo e politiche giovanili del Comune di Trento. Si tratta di un percorso espositivo che, per la prima volta, mostra materiali di Alcide De Gasperi non solo legati alla sua vita politica e istituzionale: fotografie private, oggetti utilizzati nel tempo libero e conservati nella casa di montagna di famiglia in Val di Sella. Due significative eccezioni si inseriscono in questa esposizione altrimenti dedicata ai momenti della spensieratezza: un grafico disegnato dallo stesso De Gasperi per rappresentare la crescita della sua vita professionale interrotta dall’avvento del fascismo e la Costituzione della Repubblica italiana, firmata con Enrico De Nicola e Umberto Terracini. Suggestivo sarà pure l’allestimento della mostra: i due grandi tavoli in cui sono riposti i documenti riprendono la circonferenza della volta che segna l’architettura di Cappella Vantini, rilanciando l’unicità di questo spazio espositivo.
La mostra sarà aperta al pubblico fino al 1° luglio 2018, tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10.00 alle 18.00.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi