Allattamento materno per il bambino ricoverato

L’allattamento materno e il bambino ammalato Durante la degenza in Ospedale molto spesso i neonati pretermine o gravemente ammalati non riescono ad alimentarsi al seno, pur avendo molto bisogno del latte materno. In questi casi viene proposto alla mamma di iniziare a raccogliere il proprio latte per poterlo fornire, se il caso lo permette, tramite sondino o con il biberon, in attesa che il bambino sia in grado di alimentarsi direttamente al seno. Che tale raccolta del latte risulti “efficace” è il presupposto principale che può permettere di continuare l’allattamento nel proseguo, quando le condizioni cliniche del bambino siano migliorate. Infatti, tanto più l’offerta materna di latte sarà elevata nelle prime settimane, tanto più potrà mantenersi stabile nel tempo. È fondamentale che questa raccolta cominci subito dopo il parto e sia regolare (ogni due-tre ore almeno, durante il giorno) al fine di compensare il mancato stimolo della suzione diretta al seno e dare inizio ad una valida produzione di latte. Raccogliere il latte risulta importante anche perché la mamma si sente utile per il suo bambino, in quanto tale offerta rappresenta un contributo unico, che solo lei può dare.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi