Alternanza scuola-lavoro: oltre cento studenti accolti in Comune

La riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione delineata dalla legge 13 luglio 2015 n. 107 ha introdotto l’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro. La Provincia autonoma di Trento ha recepito la normativa nazionale prevedendone l’attuazione a partire dagli studenti del terzo anno dell’anno scolastico 2015/16.

La normativa prevede che gli studenti dei licei e degli istituti tecnici debbano svolgere rispettivamente 200 e 400 ore di alternanza scuola-lavoro nel triennio per essere ammessi all’esame di maturità. Nelle attività valide a questi fini sono ricompresi i tirocini “curricolari”, coerenti con l’offerta formativa degli istituti e di conseguenza gratuiti, anche se svolti durante la sospensione delle attività didattiche.

Durante la scorsa estate il Comune ha attivato 102 posizioni di tirocinio su 130 che erano state proposte dall’Amministrazione. In esito a questa positiva esperienza è stato adeguato il contenuto dello schema di convenzione, che è stato approvato nella nuova forma dalla Giunta comunale. Sulla base di questo modello il direttore generale provvederà alla sottoscrizione della convenzione con i vari istituti che hanno richiesto la possibilità per i loro studenti di attivare tirocini curricolari all’interno dell’Amministrazione comunale, mentre il dirigente del servizio presso il quale si svolgerà il tirocinio provvederà alla sottoscrizione del progetto formativo personalizzato dello studente.

A seguito dei contatti con gli istituti scolastici e le strutture interne all’Amministrazione, curati nei mesi scorsi dalle Politiche giovanili, sono stati finora individuati 13 servizi comunali che si sono resi disponibili ad ospitare studenti in tirocinio o ad organizzare momenti di attuazione dell’obbligo di alternanza scuola-lavoro direttamente in classe, e definite 135 posizioni di tirocinio attivabili durante l’anno scolastico in corso.

Tra le proposte offerte alla scuola vi sono ad esempio il coinvolgimento degli studenti nella sensibilizzazione per il piano di protezione civile comunale, nelle biblioteche comunali per il supporto al prestito dei libri, nella divulgazione del patrimonio monumentale del cimitero e in molti altri progetti.

La realizzazione dei tirocini presso gli uffici del Comune è possibile grazie al Protocollo d’intesa Città-Scuola. Verso un patto formativo territoriale, rinnovato dalla Giunta comunale nello scorso mese di maggio.

Negli anni scorsi, grazie al protocollo, gestito internamente dal Servizio Cultura, turismo e politiche giovanili, sono stati organizzati tavoli di lavoro periodici con i referenti delle scuole cittadine, realizzati e pubblicati gli opuscoli “Città e scuola. Offerta formativa nel comune di Trento”, promossi i bandi di concorso per progetti di rete delle scuole, ideati e realizzati progetti ed iniziative in co-progettazione tra servizi comunali e scuole, favoriti e realizzati progetti per la cura dei beni comuni.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi