“Ambasciatore di Lecce nel mondo”

cultura

 LECCE – “La Cultura è il petrolio di Lecce. Franco è un ambasciatore nel mondo della cultura di questo territorio”; “Una persona che sta a metà fra il locale e il globale”; “Capace di far circolare un po’ di Lecce nelle vene del mondo”; “Può portare a Lecce la sua esperienza di salentino ma anche di uomo del mondo”; “Lavoriamo insieme per creare legami, non solo dal punto di vista turistico ma anche artistico”.

Questi sono alcuni degli endorsement giunti, con dei video messaggi (immagini in allegato, link dei video cliccando sui nomi), dal mondo della cultura internazionale a sostegno della candidatura di Franco Ungaro come consigliere comunale nella Città di Lecce: Jan Linders, drammaturgo del Badische Staatstheatre di Karlsruhe (Germania); Serge Rangoni, direttore del Theatre de Liege (Belgio) e vice presidente dell’European Theatre Convention; Michel Didym, presidente del Centro Nazionale delle Lettere di Parigi (Francia); Marino Niola, antropologo e giornalista; Franco Arminio, paesologo, poeta e scrittore.

Franco Ungaro, candidato nella lista Idea per Lecce con Carlo Salvemini Sindaco, nelle elezioni amministrative di Lecce, è Direttore artistico dell’Accademia mediterranea dell’Attore di Lecce e del Teatro San Domenico di Crema. È stato tra i fondatori e direttori del Teatro Koreja, ha realizzato numerosi progetti di cooperazione internazionale e tournèe di spettacoli in più di quaranta Paesi del mondo. Firma articoli e reportages di teatro e cultura su quotidiani locali e nazionali e su riviste specializzate come Hystrio. I suoi ultimi libri: Dimettersi dal Sud, Lecce sbarocca (per entrambi la prefazione è di Goffredo Fofi), Vado a Lecce. Artisti, storici e scrittori in giro per la città (prefazione di Massimo Bray).  Il Capitale della Cultura è stato il tema portante della sua campagna elettorale, organizzando per tre mesi a Lecce incontri ed eventi pubblici con la partecipazione di importanti personalità del mondo della Cultura.

“Cultura è Lavoro. – afferma Franco Ungaro – Se si investe con competenza e trasparenza in Cultura, Lecce e i suoi cittadini beneficeranno di opportunità di crescita importanti: benessere, lavoro, sviluppo, cambiamento. Occorre però conoscere e saper fare: saper riempire i contenitori dopo averli ristrutturati; saper progettare contenuti di qualità per attrarre risorse pubbliche e investimenti privati”.

“Cultura è comunità, è trasparenza, è rivoluzione perché porta al cambiamento e alla speranza di una vita individuale e collettiva migliore, per sé ma soprattutto per le generazioni future. Lecce è città delle culture e delle arti: è tempo di riconoscere e riconoscerci nelle differenze. Perché una società plurale produce quella rigenerazione necessaria che i muri, invece, inibiscono. Questo vale per l’arte come per le persone. Cultura è impegno – conclude Ungaro – l’impegno che ho sempre messo, con tutto me stesso, in tutto ciò che ho pensato, condiviso e costruito”.

 

 

 

 

 

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.