Ambiente: Scoccimarro, Arpa con nuove tecnologie e più informazione

Udine – Un nuovo piano regionale di miglioramento della qualità dell’aria e l’introduzione, nell’Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa Fvg), di nuove tecnologie per migliorare ancora i livelli di eccellenza raggiunti implementando anche l’informazione verso i cittadini e le imprese.

Sono queste alcune delle azioni che l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Fabio Scoccimarro, intende portare avanti e che ha manifestato oggi, nella sede della Regione a Udine, durante la presentazione della relazione annuale sulla qualità dell’aria in Friuli Venezia Giulia nel 2017 che conferma una situazione complessivamente buona e rispettosa dei limiti di legge, pur se in presenza di un lieve peggioramento rispetto al 2016, principalmente dovuto alla variabilità delle condizioni meteorologiche nei diversi anni.

“L’ambiente – ha precisato Scoccimarro – è uno dei settori sul quale c’è grande attenzione da parte della Giunta tanto che nei prossimi giorni incontrerò il precedente assessore, Sara Vito, in un’ottica costruttiva. Valuteremo le azioni positive in essere per portarle avanti accanto alle nostre politiche ambientali perché l’ambiente non è di destra né di sinistra ma è di tutti”.

Fra i primi atti di Scoccimarro, oltre alla redazione del nuovo piano regionale della qualità dell’aria “che risale al 2012 e va rivisto e adeguato ai tempi” vi sarà anche quello di “dare ulteriore linfa all’attività dell’Arpa introducendo nuove tecnologie affinché possano essere utili al settore e implementando l’informazione verso i cittadini e le imprese” ha specificato.

L’assessore ha espresso un parere positivo sull’Agenzia rimarcando come “l’attenzione verso l’ambiente si può notare anche nelle energie che la Regione mette in campo per la sua tutela attraverso l’Arpa: una spalla importante del mio assessorato con 340 dipendenti che impegna il 25 per cento del bilancio destinato al referato. Proprio con l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente dovremo lavorare vigilando sulle attività produttive al fine di ridurre le loro emissioni, ma anche sostenendo un miglior utilizzo delle risorse, in particolare quelle energetiche”.

Nel corso della presentazione, a cui ha partecipato anche il direttore generale di Arpa Fvg Luca Marchesi, l’assessore ha toccato il tema dell’area a caldo della Ferriera di Servola.

“Per le scelte della precedente Amministrazione regionale, oggi lo stabilimento ha le autorizzazioni. Tengo a precisare che, già prima di formare la Giunta, ho condiviso con il governatore Fedriga l’idea che le industrie fortemente impattanti non sono compatibili con lo sviluppo del territorio e la qualità della vita dei cittadini. Sarà importante capire da qui in avanti quali siano le soluzioni da trovare in modo da soddisfare tutte le parti interessate. L’obiettivo è quello di trovare intese capaci di mettere d’accordo l’interesse dei cittadini e dell’imprenditore con attenzione alla ricollocazione del personale, ovviamente nei tempi più possibile brevi



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi