Anci Marche, Brivio: “Anci serve anche a condividere fatiche ed emozioni”

“La presenza dei Comuni marchigiani a Milano in occasione della Bit è importante per la promozione del loro territorio. Inizio però questo incontro portando la nostra vicinanza al Sindaco di Macerata Romano Carancini, che in questi giorni dimostra come l’operato dei sindaci non sta sopra una parte dei problemi ma è dentro i problemi stessi. Per questo dobbiamo riconoscere che il Sindaco ha saputo tenere i nervi saldi nella situazione complessa”. Con queste parole il Presidente di Anci Lombardia, Virginio Brivio, ha aperto l’incontro con il Direttivo di Anci Marche, svoltosi questa mattina nella Casa dei Comuni.
Per Brivio “Anci in fondo serve anche a condividere le fatiche e le emozioni forti, spesso positive, che viviamo, come quando abbiamo affrontato le conseguenze del terremoto che ha colpito la vostra regione. Come Anci Lombardia abbiamo assicurato una presenza nel Comune di Arquata e ancora oggi siamo disponibili per aiutare i territori colpiti dal sisma”.

Soddisfatto dei risultati raggiunti dalle due Anci si è dimostrato Maurizio Mangialardi, Presidente di Anci Marche, che ha ricordato come “la nostra collaborazione con Anci Lombardia è nata nel periodo di Expo, per dar seguito all’idea di Expo fuori Milano. Il nostro territorio infatti vive anche di turismo e abbiamo accusato le conseguenze del terremoto; per questo avere avuto una piattaforma per operare su Milano, offerta da Anci Lombardia, è stato importante”. Mangialardi ha continuato osservando come “lo scorso anno partivamo con un -70% di presenze turistiche sulle Marche, ma con l’impegno e la collaborazione tra diversi soggetti siamo riusciti a segnare un piccolo segno positivo. Importante è stata inoltre la collaborazione con Anci Lombardia sul Servizio Civile”.
Il Presidente di Anci Marche si è soffermato sugli eventi maceratesi, evidenziando come “in questi giorni le Marche sono al centro della cronaca e per questo possiamo dire che siamo tutti maceratesi, perchè la vicenda che ha colpito la città può reitetarsi in altri luoghi. Questa occasione, così come quelle evidenziate prima, sintetizza il nostro lavoro e il lavoro di Anci, perchè insieme si condividono esperienze e si cercano strategie comuni per affrontare i problemi”.

Ha quindi preso la parola il Sindaco di Macerata, Romano Carancini, che ha dichiarato come, “senza retorica, credo che ciò che ho fatto e cerco di fare sarebbe stato fatto da qualsiasi sindaco. In questa occasione ho sentito vicino gli altri Sindaci, e questa vicinanza è stata importante. Da questa solidarietà può nascere la possibilità per andare oltre le schermaglie, per cercare soluzioni alle problematiche che stiamo affrontando”.

In conclusione è intervenuto Pier Attilio Superti, che ha ricordato come “in questi anni abbiamo sviluppato piattaforme con altre Anci regionali per promuovere iniziative e servizi, come nel caso del Servizio civile nel momento del post terremoto. Per noi è importante costruire relazioni per sviluppare know-how da impiegare nei Comuni. Il sistema Anci, infatti, si fortifica se nelle diverse regioni crescono esperienze e occasioni di sviluppo”. (LS)



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi