Annunciate le giurie del prossimo Concorso Renata Tebaldi

Un momento del concerto di Riccardo Muti a Reggio Calabria dove ha diretto i giovani musicisti appartenenti a 42 complessi bandistici, nella piazza d'Armi della Scuola Allievi Carabinieri, Reggio Calabria, 31 luglio 2012. ANSA/ UFFICIO STAMPA ++HO - NO SALES EDITORIAL USE ONLY++

La Fondazione Renata Tebaldi ha reso noti i nomi dei giurati dell’edizione 2017 del suo Concorso Internazionale di Canto: due sezioni, una dedicata al repertorio Antico & Barocco ed una all’Opera, da Mozart a tutto il novecento e due giurie di assoluto prestigio.

La prima, presieduta da Laurent Brunner, presidente della “Château de Versailles Spectacles” la società che gestisce il Castello e ne segue il celeberrimo cartellone, vedrà il ritorno a San Marino di Evamaria Wieser, consulente per i casting di realtà quali il Lyric Opera Chicago, l’Opera di Roma e il Festival di Salisburgo per cui è responsabile dello YSP – Young Singer Program. Al suo fianco un altro ritorno, quello di Sebastian F. Schwarz, cofondatore del concorso internazionale per l’opera barocca Pietro Antonio Cesti di Innsbruck e Direttore Generale di uno dei più originali e caratteristici festival di Inghilterra, quello di Glyndebourne, manifestazione che riserva grande attenzione alla scoperta e alla promozione di giovani cantanti.

Per la prima volta al Tebaldi, invece, il quarto membro della Giuria Internazionale Sezione Antico & Barocco, il polacco Filip Berkowicz, musicologo e direttore artistico di importati festival di musica antica, fra cui il “Misteria Paschalia” uno dei più quotati eventi di musica rinascimentale e barocca al Mondo.

Completa la giuria Dominique Meyer, Direttore dello Staatsoper di Vienna, il più antico Teatro d’Austria, una della più autorevoli istituzioni nel campo della lirica internazionale.

A quest’ultimo è affidata anche la Presidenza della giuria internazionale Sezione Opera nella quale oltre a Evamaria Wieser e Sebastian Schwarz si annunciano due significative presenze: quella di Paolo Pinamonti, direttore artistico del Teatro di San Carlo di Napoli e prima del Teatro de la Zarzuela di Madrid, del Teatro di Oporto e de La Fenice di Venezia, e quella di Nicola Paszkowski, direttore d’orchestra di fama internazionale e membro della commissione esaminatrice dell’ “Italian Opera Academy” del maestro Riccardo Muti.

Due giurie ai massimi livelli quelle volute dalla Fondazione Renata Tebaldi e dal suo Direttore Artistico, Angelo Nicastro in rappresentanza di alcuni fra i più importanti centri della lirica e dei maggiori festival a livello europeo, per offrire ai vincitori opportunità concrete di carriera, mantenendo fede al lascito morale di Renata Tebaldi che ha voluto la sua Fondazione proprio in supporto concreto ai giovani, che dell’evento sono l’elemento cardine.

Rossella Fugaro

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.