Approvato a Roma schema decreto su costi standard Trasporto pubblico locale

Il Presidente Pittella, sin dall’avvio dei lavori istruttori su tale decreto, ha posto il tema delle Regioni di piccole dimensioni demografiche che si configurano non come “aree” ma come intere Regioni a domanda debole e con bassa densità abitativa.

È stato approvato ieri a Roma, in Conferenza unificata, lo schema di decreto ministeriale che adotta i costi standard in materia di Trasporto Pubblico Locale.

Il Presidente Pittella, sin dall’avvio dei lavori istruttori su tale decreto, ha posto il tema delle Regioni di piccole dimensioni demografiche che si configurano non come “aree” ma come intere Regioni a domanda debole e con bassa densità abitativa.

Tali realtà regionali, a partire dalla Basilicata, rischiavano di trovarsi fortemente penalizzate dall’attuazione di regole che assegnano risorse alle Regioni sulla base di costi standard unitari che non tenessero conto delle particolari condizioni territoriali: bassa densità abitativa, grande estensione territoriale, centri urbani rurali e periferici in un contesto orografico che presenta anche elevata variazione altimetrica.

La richiesta, ribadita in tutte le sedi di incontro con il Governo e con le altre Regioni, ha fatto si che la stessa posizione fosse condivisa dalle Regioni Umbria e Molise configurantesi anch’esse come “piccole” Regioni a bassa densità abitativa.

La richiesta di prevedere specifiche tutele su tali realtà regionali è stata ritenuta legittima e condivisa dagli altri governatori italiani, tanto da avviare un tavolo tecnico politico presso la Conferenza Unificata con un confronto anche con il Governo. I lavori seguiti e coordinati, per conto delle piccole Regioni, dalla vice presidente Flavia Franconi, ha condotto all’approvazione di due ulteriori modifiche al testo del decreto accolte ieri dal Governo in sede di Conferenza Unificata.

Per quel che attiene l’assegnazione di risorse da parte dello Stato sul Trasporto Pubblico Locale le nuove regole determinate dal decreto di Manovra finanziaria del 2017 (art. 27 del decreto legge n. 50) constano di altri decreti che saranno in approvazione nei prossimi mesi, ma le modifiche apportate al Decreto odierno rappresentano un primo tassello di tutela per la Basilicata.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi