BANCHE: COMMISSIONE E’ PRESA PER I FONDELLI

CODACONS ACCUSA: NON PORTERA’ AD ALCUN RISULTATO E RISCHIA DI AFFOSSARE LE RESPONSABILITA’ DEI DISASTRI BANCARI

Nient’altro che una presa per i fondelli. Così il Codacons giudica la commissione bicamerale d’inchiesta sul sistema bancario, dopo la decisione di consentire al presidente Pier Ferdinando Casini di mettere il veto sull’ammissibilità delle domande da porre ai testimoni.

“Fin dall’inizio avevamo forti dubbi sulla reale utilità di tale commissione – spiega il presidente Carlo Rienzi – Ora abbiamo la certezza che si tratta di una presa in giro, l’ennesima sul fronte delle banche, che non porterà ad alcun risultato concreto nell’interesse della collettività”.

“Ma addirittura il regolamento della commissione, così come studiato, rischia di avere l’effetto contrario, ossia di creare confusione e insabbiare le responsabilità dei disastri bancari che si sono succeduti negli ultimi anni, coinvolgendo migliaia e migliaia di piccoli risparmiatori – prosegue Rienzi – Riteniamo una mera operazione di facciata l’istituzione di tale commissione, e ribadiamo che l’unica strada da seguire sia quella della giustizia ordinaria, con la pena del carcere per chi ha mandato il fumo i risparmi degli italiani”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi