BEING POSITIVE: COMUNICARE L’HIV Prevenzione nelle scuole e prima edizione del concorso

sangue

GENOVA – L’associazione nazionale per la lotta all’AIDS (Anlaids) Liguria Onlus a conclusione dell’anno scolastico 2016/17 traccia un bilancio sulle attività proposte per la prevenzione dell’HIV nella popolazione più sensibile nel recepire le informazione riguardanti la propria salute e in buona parte priva di esperienze nella vita sessuale, i preadolescenti.
Con tale finalità è nato lo scorso anno il progetto Being Positive, frutto di una convenzione tra le facoltà di Medicina e Architettura dell’Università di Genova (Dipartimento di Scienze per la Salute e Dipartimento Architettura e Design) e Anlaids Liguria, che ha portato nelle scuole secondarie di I grado di Genova un messaggio chiaro: la conoscenza delle malattie sessualmente trasmissibili e la consapevolezza dei comportamenti a rischio possono evitare traumi che lasciano un segno per tutta la vita come il contagio con il virus HIV.
Tale collaborazione ha portato alla creazione di materiale multimediale e didattico per comunicare agli alunni delle scuole secondarie di I grado di Genova, materiale poi raccolto in un “Kit” che è stato messo a disposizione di tutti i plessi genovesi.
Nell’ambito di tale progetto, inserito nel “Kit Scuola”, è stato anche bandito un concorso per coinvolgere direttamente gli studenti nella creazione un prodotto grafico, multimediale, musicale o testuale funzionale a trasmettere informazioni riguardanti le modalità dilla prevenzione dell’HIV, rivolgendosi a persone della stessa fascia d’età (11-14 anni).
Con il progetto Being Positive Anlaids Liguria ha coinvolto, con interventi diretti sugli studenti, 10 Istituti scolastici (9 pubblici e 1 paritaria) di scuola secondaria di primo grado, della città di Genova (Sampierdarena, Centro, Levante e medio Levante), con circa 60 classi ed un totale di 1500 studenti.

Sono stati fatti due interventi diretti di formazione attraverso la presentazione del Kit Scuole Being Positive al corpo docenti nelle scuole Barabino e Vittorino Bernini. Alcune delle scuole coinvolte hanno partecipato al concorso scuole con le loro classi.
Si sono aggiudicate il premio a pari merito la II E dell’istituto Barabino (dirigente scolastico Cinzia Baldacci, insegnante di riferimento per la classe partecipante Anna Parodi) e la III A dell’Istituto Vittorini Bernini (dirigente Giuseppe Anderi e prof Tiziana Franzosi). I lavoro premiati sono stati disegni con il tema “Comunicare l’HIV” a coetanei. In particolare il Vittorino ha coinvolto alcuni studenti del liceo per aiutare gli studenti delle medie.

I ragazzi delle singole classi premiate hanno ricevuto un attestato di partecipazione e una memoria esterna USB ciascuno. I due istituti vincitori hanno riceveranno rispettivamente una LIM e un videoproiettore. Tutti i premi sono stati offerti da Anlaids Liguria Onlus.

Alcuni dati

Le domande e gli interventi dei ragazzi hanno confermato quanto del resto già evidenziato dai dati statistici in merito ai primi rapporti sessuali( il 20% al di sotto dei 14 anni): già a 13 anni diversi ragazzi sono attivi sessualmente.

Le domande più frequenti rivolte agli specialisti sono state molteplici: per esempio: se la pillola contraccettiva previene HIV, se i rapporti orali sono a rischio di trasmettere malattie, se il virus dell’HIV è presente nella saliva, se si deve usare il preservativo per tutta la durata di un rapporto sessuale, etc. In alcuni casi, prima dell’informazione fornita dai professori di scienze, i ragazzi non conoscevano neppure l’esistenza di HIV.

Questo conferma come la mancanza cronica di campagne informative nazionali su HIV e sulle malattie trasmesse per via sessuale espone le nuove generazioni a nuove epidemie infettive.

Il silenzio di molte scuole, che non hanno risposto alla proposta, dimostra come anche tra gli adulti sono presenti resistenze, ignoranza, paura e difficoltà a trattare tematiche in ambito di salute sessuale.

Nei prossimi mesi l’obiettivo sarà quello di coinvolgere nuovamente Regione e Comune di Genova partner indispensabili per una diffusione omogenea del progetto sul territorio regionale.

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.