BLITZ DI CASAPOUND A VIA RAMAZZINI: NO AL NUOVO CAMPO ROM

Roma , Monteverde : “Benvenuti a Ramazzini: business illegale a spese dei romani”.
Con queste parole irridenti, su uno striscione esposto proprio nei pressi dell’ingresso della Croce Rossa di Via Ramazzini, dove da stanotte sono state trasferite alcune famiglie Rom tra quelle sgomberate ieri dal Campo River, CasaPound Italia ha voluto manifestare la propria posizione sul tema.

“Chiusura totale dei campi rom ed espulsione immediata per chi delinque:
spostare il disagio da un quartiere all’altro della città non può essere la soluzione -spiega Davide Di Stefano responsabile romano di CPI-.
E non sicuramente negli spazi della Croce Rossa di Via Ramazzini a cui l’anno scorso non è stata prorogata l’autorizzazione per il campo profughi per mancanza di requisiti per l’accoglienza”.
“Ci domandiamo -e conclude- cosa sia cambiato nel frattempo, o se per i Rom sono previste agevolazioni o se invece la Croce Rossa, oramai ente privato, non pensi solo al denaro, un business a spese dei cittadini romani da sempre contrari e ormai stufi di questa accoglienza forzata”.

“La stragrande maggioranza dei cittadini di Monteverde e Portuense sono assolutamente contrari ad avere un campo Rom a Via Ramazzini- continua Alessandro Calvo portavoce territoriale di CPI-.
Questo deve essere chiarissimo a tutti. Istituzioni in primis
Nessuno pensi che l’averlo fatto in prossimità delle vacanze costituisca garanzia di rassegnazione da parte del territorio”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi