Braia: Basilicata nel Cda Nereus e Cluster Bio-Economia

La Regione Basilicata conferma coinvolgimento a livello europeo sui temi delle tecnologie aerospaziali

“Il Cluster lucano della Bio-Economia, grazie all’interesse del Dipartimento Agricoltura che ha fatto da collante con la rete Nereus, parteciperà al bando europeo dell’Associazione europea di aziende di Remote Sensing (Earsc). La qualità progettuale così come quella dei soggetti coinvolti, spero possa ora anche essere premiata dalla Commissione Europea.”

Lo comunica l’assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia.

“Una soddisfazione anche personale – prosegue Braia – il vedere concretizzarsi come il lavoro portato avanti negli ultimi mesi, in sinergia con la rete europea Nereus e con il Cluster Lucano della Bio-Economia guidato dal Prof. Michele Perniola, abbia creato collegamenti tra realtà di valore, come la buona politica deve fare.

Nereus ci attesta un comportamento virtuoso, una tempestività e la capacità di connessione delle relazioni messe in campo da indurmi ad affermare che, se tali modalità operative fossero sistematiche tra rappresentanti privati, pubblici ed istituzionali, si potrebbero generare grandi opportunità per tutta la comunità lucana, che ha, oggi più che mai, necessità di vivere sempre più esperienze e collaborazioni tecnico-scientifiche utili a mostrare il grande valore raggiunto su tematiche di grande impatto per l’economia attuale, in tanti campi, compreso quello sulla quale la strategia regionale più punta, che è quello della Bio-Economia.

Sono inoltre sicuro che la Rete Nereus (Network of European Regions Using Space Technologies) potrà solo beneficiare dell’autorevole rappresentanza, in seno al suo Consiglio di Amministrazione, del Presidente della nostra Regione Basilicata Marcello Pittella, a cui formulo i miei personali auguri di buon lavoro.

Una ulteriore conferma – sottolinea l’assessore Braia – dell’impegno e del coinvolgimento sui temi delle tecnologie spaziali che potrà rafforzare ancora di più la presenza della nostra Regione in Europa e collegare ulteriormente, in prospettiva di futuro, il settore aerospaziale con altri campi di applicazione, tra cui l’agricoltura.  Un tema che abbiamo approfondito nel novembre scorso nel workshop europeo “When Space Technologies meet Agriculture” a Matera, voluto ed organizzato dal Consorzio TeRN e dalla rete europea Nereus, con il patrocinio della Regione Basilicata e con il supporto di Copa Cogeca e della rete regionale Eriaff, proprio sui temi del potenziale dei sistemi spaziali europei (Copernicus e Egnos/Galileo) per il settore agricolo”.

 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi