Calderara: parte la demolizione del Garibaldi 2 al suo posto un’area verde

Simbolo per anni di edilizia popolare divenuta degrado, a Calderara di Reno sarà finalmente demolito il Garibaldi 2 e al suo posto sorgerà un’area verde destinata ai cittadini. I lavori di demolizione dei blocchi 4-5-6 del Garibaldi 2 e l’inaugurazione del cantiere per la ristrutturazione del Blocco 3 prenderanno il via sabato 14 aprile.

L’intervento nasce da un complesso e articolato lavoro cominciato nel 2003, anno che ha visto la sottoscrizione dell’Accordo di programma con la Regione, la Prefettura e l’allora Provincia di Bologna per la riqualificazione urbana dell’edificio abitato principalmente da fasce sociali deboli, accanto alle quali si erano insediate varie attività illecite di cui, negli anni Ottanta, si occupò la cronaca locale.
Nel 2013 il primo tassello concreto del progetto si realizza con la consegna delle chiavi dei 37 appartamenti di Edilizia Residenziale Pubblica ricavati dalla riqualificazione dei blocchi 1 e 2. L’obiettivo era già allora la diminuzione della densità abitativa, una strada che si è dimostrata imprescindibile per un risanamento anche dell’aspetto sociale. E’ stato così possibile eliminare la criminalità, ma nel frattempo è proseguita l’incuria da parte dei proprietari che ha portato alla completa degradazione dell’edificio. Si voleva riqualificare in maniera definitiva la zona, non ricreando le stesse condizioni che avevano portato nel palazzo una situazione di devianza sociale, abbandono e emarginazione, dovuta alla concentrazione di nuclei con forti problematiche di povertà socio-culturali in un unico posto.
Si è giunti così a uno studio di fattibilità circa la demolizione dei blocchi sul retro, approvato a fine 2014 dal Consiglio comunale di Calderara. A partire da questa delibera consiliare i residenti della parte sul retro del Garibaldi 2 sono stati ampiamente informati e coinvolti nell’avanzamento del percorso che ha portato alla completa acquisizione dell’immobile da parte del Comune.
L’articolato percorso di recupero dell’area giunge ora alla fase conclusiva, che comprende anche la ristrutturazione del Blocco 3, dove il Comune ha acquisito la proprietà di 22 appartamenti, che diventeranno di Edilizia Residenziale Sociale (ERS), pensati in particolare per agevolare le giovani coppie.
L’obiettivo dell’Amministrazione è arrivare nell’arco dell’estate alla definitiva demolizione della parte dell’edificio che sorge sul retro (Blocchi 4-5-6), secondo quanto previsto dall’Accordo di Programma per il completamento del Progetto di Riqualificazione Urbana. Al posto di questa parte di stabile, che aveva ultimamente raggiunto condizioni di pericolosa insalubrità per gli abitanti stessi, sorgerà un’area verde al servizio di tutta la cittadinanza, collegata con il centro sportivo Pederzini.
All’interno di questo spazio verde troveranno posto un campo da basket, un’area gioco per i bambini, un percorso illuminato fino al Pederzini e una serie di nuove alberature.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi