Cancelleri e Di Maio: “Preoccupati per la libertà di voto, l’Osce venga a presidiare i seggi in Sicilia”

Intervento degli osservatori dell’Osce (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) per presidiare i seggi, chiamata a raccolta dei cittadini liberi per proporsi come rappresentanti di lista, invito a tutti i sciliani a recarsi alle urne.

Sono i tre punti del M5S Sicilia messi sul piatto della vicenda liste pulite, deflagrata nei giorni scorsi con l’arresto di Rizza, il sindaco di Priolo candidato con Forza Italia nella coalizione di Musumeci.

Sono stati annunciati alla stampa oggi dal candidato alla presidenza per il Movimento 5 stelle, Giancarlo Cancelleri, e dal vicepresidente della Camera Luigi Di Maio.

“Sono preoccupatissimo – ha detto Cancelleri –, il possibile traghettamento degli impresentabili dentro l’Ars sarebbe l’ennesimo schiaffo ai siciliani, l’ennesima sconfitta inflitta loro. Musumeci ci sta prendendo in giro. Il capo della coalizione di centro destra avrebbe dovuto pretendere liste pulite e invece ha mentito quando ha detto che le avrebbe presentate e quando ha detto che avrebbe rifiutato a Rizza un posto nella lista Diventerà bellissima”.

“Per venire fuori da questa questione – ha proseguito – chiediamo tre cose: 1) l’intervento degli osservatori dell’Osce per presidiare i seggi. (Sono preoccupato dal voto di scambio). 2) la disponibilità dei cittadini liberi a fare i raprresentanti di lista per vigilare nei seggi durante le operazioni di spoglio; 3) recarsi alle urne”.

“Se – ha affermato Cancelleri – alle urne vanno 200 persone e 100 sono i portatori di voto per il voto di scambio, quei 100 individui rappresenteranno il 50 per cento degli elettori; se a votare vanno duemila persone, i rischi di voto di scambio saranno limitati solo al 5 per cento degli elettori”.

Preoccupazione per la libertà di voto in Sicilia è stata espressa anche da Luigi Di Maio che ha sottolineato come le premesse per il voto di scambio ci siano tutte.

“Gli impresentabili delle liste di Musumeci – ha detto – sono indagati o condannati per reati gravi, che riguardano gli annosi problemi di questa terra (disoccupazione, sanità e infrastrutture) e, soprattutto, la corruzione elettorale”.

Per questo DI Maio ha lanciato un appello alla presidente della commissione Antimafia nazionale a velocizzare le operazioni di controllo delle liste.

“Ma veramente – ha affermato – pensano di rendere pubblico l’elenco dopo il voto? Vogliamo fare ridere tutti? Saremo lo zimbello del mondo se faremo questo”.

Le lettere inviate all’Osce saranno due, una a firma di Cancelleri, in qualità di presidente del gruppo parlamentare Ars M5S e una a firma di Di Maio, in qualità di vicepresidente della Camera. Parallelamente sarà depositata una risoluzione in commissione Affari costituzionali alla Camera per chiedere al governo di interessare l’ Osce. Infine sarà fatto un question time a Montecitorio in cui si chiederà al governo di rispondere sulla richiesta di interessare Osce.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi