Cani randagi, interventi della Polizia municipale della Val di Bisenzio anche a Migliana. 12 i casi trattati quest’anno

VAL DI BISENZIO – Sul fenomeno dei cani randagi la Polizia municipale dell’Unione dei Comuni è intervenuta più volte, dando risposta alle segnalazioni dei cittadini. Complessivamente nel 2016 sono stati più di 25 i casi segnalati riguardanti problematiche su animali sui quali la Polizia ha agito. In 12 di questi si trattava di cani, 7 riguardavano la fauna selvatica e il resto capre, asini, mucche e cavalli.

“Nel caso della via di Migliana ad esempio, di cui ha dato notizia recentemente anche la stampa locale, siamo intervenuti più volte – spiega il comandante Elisabetta Gualteri – proprio perché ci sono arrivate (il 21 settembre) molte segnalazioni telefoniche e mail, ma non abbiamo rilevato la presenza degli animali.”

La Polizia ha fatto però delle verifiche nella zona. “Abbiamo accertato la detenzione di due cani da parte di un cittadino che, verosimilmente corrispondevano a quelli segnalati, uno dei quali sembrava avere problemi di salute”, prosegue il comandante. Personale della Polizia e medico veterinario dell’ASL il 30 settembre hanno effettuato una verifica sulle condizioni dell’animale e lo stesso veterinario non ha rilevato maltrattamenti e ha invece verificato che veniva adeguatamente curato per la specifica patologia da cui è affetto.

Insomma, conclude Elisabetta Gualteri, “il problema eventualmente riguarda la mal custodia di animali, ma noi non l’abbiamo accertata, malgrado i numerosi interventi sulla via di Migliana”. Il comandante invita quindi i cittadini che si trovassero a verificare la presenza di animali vaganti sulla pubblica via a segnalarlo, così che si possa procedere con atti più efficaci nei confronti dei responsabili.
 
Moira Pierozzi



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi