Carfagna: “Sul bilancio unico in zona euro l’Italia prenda una posizione”

“E’ fondamentale che si apra in Italia, tra governo e Parlamento, una discussione approfondita, altrimenti finiremo sempre per subire l’agenda altrui”. Lo scrive Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputato di Forza Italia sulla sua pagina Facebook, parlando della proposta di istituire “un bilancio comune della zona euro, che si occupi di finanziare le infrastrutture, le misure contro la disoccupazione e a favore della formazione”. “Finora, ahime’, di questo argomento in Italia – sottolinea Carfagna – praticamente non se ne parla quasi. In linea teorica, un bilancio comune dell’eurozona serve a sostenere le aree piu’ in crisi grazie a strumenti di welfare e investimenti che riattivino un circuito virtuoso di occupazione e crescita. Diciamo da sempre che l’unione monetaria e’ nata monca perche’ non e’ accompagnata da tali strumenti fiscali in favore delle regioni o dei paesi che si trovino a sperimentare maggiori difficolta’ temporanee. Ma siccome il diavolo si annida nei dettagli, e’ bene entrarci nei dettagli: come verrebbe finanziato questo bilancio comune? Quanto contribuirebbero i singoli stati? Chi deciderebbe quanto e come spendere? Dunque, mi rivolgo al premier Conte e alle forze di maggioranza: sarebbe opportuno che, nel riferire la prossima settimana alle Camere circa il prossimo consiglio europeo del 28 e 29 giugno, il governo porti il tema del bilancio comune dell’eurozona – conclude – in Parlamento”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi