Catizone: Stepchild adoption, un tema che sta rimanendo in sospeso da troppo tempo

Si continua a parlare di diritti civili: stepchild adoption. Per chi non ne avesse mai sentito discutere è l’istituto che permette l’adozione del figlio del coniuge, purché vi sia il consenso del genitore biologico e a condizione che l’adozione corrisponda all’interesse del figlio. In Italia l’adozione in casi particolari è disciplinata dal 1983 con la Legge 4 maggio 1983, n. 184 “Diritto del minore ad una famiglia”. Questo tipo di adozione non è automatico e si propone innanzi al Tribunale per i minorenni che procede con un’indagine sull’idoneità affettiva, la situazione personale ed economica, la salute e l’ambiente familiare dell’adottante Era ammessa solo per le coppie sposate, solo nel 2015, il Tribunale per i minorenni di Roma, ha decretato che l’orientamento sessuale dell’adottante non può costituire un elemento d’ostacolo alla stepchild. Tema molto importante al quale mi dedico e che sta rimanendo in sospeso per troppo tempo. È necessario proseguire a discutere di un argomento cosi importante al fine di garantire maggiore stabilità al minore e ricostituire un nucleo familiare in grado di saper tutelare i figli.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi