Centri storici: 40mila euro dal Comune per sostenerne le imprese

PALAZZO COMUNALE, 20 SETTEMBRE 2017 – È di 40mila euro l’investimento che l’Amministrazione comunale ha deciso di dedicare alle imprese dei centri di Figline e di Incisa, nell’ambito delle politiche di promozione, riqualificazione e rivitalizzazione di queste due aree della città. Il tutto attraverso un bando, che rimarrà aperto dall’1 ottobre al 30 novembre e che riguarderà le piccole e medie imprese attive da almeno due anni (e che si impegnano a rimanerlo per almeno un altro anno, rispetto alla data di approvazione del contributo) e regolarmente iscritte al Registro delle imprese. Per partecipare occorre presentare progetti (costo minimo 500 euro) finalizzati all’ammodernamento delle strutture, sia in termini estetico-funzionali sia in termini di accessibilità e informatizzazione. Nel dettaglio, saranno ammesse al contributo le spese sostenute tra l’1 gennaio 2017 e il 28 febbraio 2018, purché rientranti in una delle seguenti categorie: opere murarie o affini, comprese ristrutturazioni, adeguamenti funzionali, abbattimento delle barriere architettoniche per favorire l’accesso e la fruizione degli spazi da parte dei clienti disabili; riqualificazione e rifacimenti esterni, in cui rientrano ad esempio insegne, tende e dehors; acquisto di impianti, macchinari e attrezzature funzionali all’attività d’impresa, arredi compresi; introduzione e acquisto di sistemi informativi integrati per l’automazione, impianti automatizzati o robotizzati; acquisto di software per le esigenze produttive e gestionali dell’impresa; investimenti che rendano più sicura l’impresa, sia per la clientela sia per i suoi lavoratori, con particolare attenzione per lo smaltimento dei rifiuti e la riduzione dei consumi idro-energetici. Tutte le spese devono essere tracciabili e documentate attraverso fatture, bonifici o pagamenti con bancomat/carta di credito, intestati esclusivamente al beneficiario del contributo. Nel caso di progetti ancora da realizzare, invece, la stessa documentazione sarà richiesta in fase di rendicontazione. Non saranno quindi considerati ammissibili pagamenti in contanti. Per partecipare, basta compilare l’apposita modulistica (modulo A nel caso di interventi da realizzare; modulo B, nel caso di interventi già realizzati), all’interno della quale andrà dettagliata la tipologia di interventi per i quali si presenta domanda di contributo. In ogni caso, il costo totale del progetto dovrà essere maggiore di 500 euro. Le domande vanno firmate (o sottoscritte tramite firma digitale), corredate di documento di identità e inoltrate, via pec, all’indirizzo comune.figlineincisa@postacert.toscana.it.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi