COMMERCIO, M5S: DEREGULATION DANNOSA, CALENDA NON SA DI COSA PARLA

“Certo, non potevamo aspettarci particolare sensibilità da parte del ministro Poletti, l’uomo della deregulation sul fronte dei contratti a termine. Tuttavia il governo deve capire che, soprattutto in un settore come il commercio, che già soffre di una contrattazione collettiva scarsamente tutelante per i lavoratori, bisogna mettere fine al far west su orari e festività. Questo regime aiuta solo la grande distribuzione, un oligopolio in mano a poche multinazionali straniere, e uccide le piccole e medie imprese italiane”. Lo dicono i deputati M5S che, in un question time d’aula, hanno interrogato oggi il ministro del Lavoro Giuliano Poletti con i portavoce Claudio Cominardi e Michele Dell’Orco.
“Dal 2010 al 2016 le vendite retail hanno registrato una diminuzione di 7,7 miliardi di euro. Pesa certamente l’e-commerce oltre la crisi, ma la risposta, è evidente, non sta nelle liberalizzazioni del governo Monti. Su nostra iniziativa – proseguono Cominardi e Dell’Orco – è passata alla Camera una proposta di legge secondo cui gli orari sono da regolare prevedendo almeno 6 chiusure festive obbligatorie su 12 festività individuate. Un testo che inoltre istituisce un Fondo in favore delle microimprese con 90 milioni di euro in un quinquennio. Non si tratterebbe nemmeno di smontare del tutto la de-regolazione, ma di tutelare i piccoli esercenti che animano i nostri centri storici e di consentire ai dipendenti del comparto di conciliare meglio i tempi di vita e di lavoro”.
“Ora il testo è bloccato al Senato. Noi chiediamo al governo di passarsi una mano sulla coscienza e di prendere le distanze, nei fatti, dalle sparate del ministro Calenda che evidentemente non sa di cosa parla”, concludono i portavoce Cinquestelle.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi