COMUNE DI STINTINO – Un fine settimana tra musica, libri e la “Sagra del pesce”

Gli eventi in programma sulla piazza dei 45 e al museo della Tonnara.
STINTINO – Sarà un fine settimana ricco di eventi quello in programma a Stintino, con la piazza dei 45 e il museo della Tonnara pronti a ospitare gli appuntamenti che catalizzeranno la presenza di amanti della buona cucina, dei libri e della musica.

Sulla piazza dedicata ai fondatori del paese, sabato ritorna la Sagra del pesce. L’evento, arrivato alla sua quinta edizione, si aprirà alle 18,30 con gli stand dedicati alle produzioni artigianali e all’enogastronomia. Alle 19 i volontari della Pro loco stintinese inizieranno a preparare le braci e le graticole per arrostire il pesce.
La serata sarà animata da spettacoli e animazione per i bambini mentre sul palco allestito sulla piazza si esibirà il gruppo musicale Ruseddu. La sagra è organizzata dalla Pro loco con il patrocinio dell’amministrazione comunale e il contributo di Limes e di Acqua Santa Lucia.

Sempre sabato 24 giugno, e sempre alle 18,30, il museo della Tonnara ospiterà la presentazione del volume “John Lennon si è fermato a Sassari”, di Pier Luigi Cherchi. Il libro, edito da Edes, racconta l’influenza che hanno avuto sulla gioventù sassarese le idee di John Lennon. Un fermento che ha attraversato trent’anni di musica, teatro e letteratura, dagli anni 60 agli anni 90. A dialogare con l’autore sarà il giornalista Pasquale Porcu, mentre l’accompagnamento musicale è affidato al chitarrista Giuseppe Mascia.
Doppio appuntamento domenica 25 giugno: alle ore 18 la poetessa Adriana Mannias Barabino allieterà la platea con i versi tratti da alcune delle sue pubblicazioni, “La vita è poesia?”, “Poetando” e “Poesie in famiglia”. Le poesie, dedicate alla Sardegna, a Stintino, alla famiglia e all’attualità, saranno accompagnate dalla chitarra di Giada Moschella.
Alle ore 19 sarà inaugurata la mostra “Oblio Mediterraneo” del fotografo istriano Nevio Doz. L’esposizione, allestita negli spazi esterni del Mut, si compone di oltre quaranta immagini, scatti realizzati nei primi anni 2000 e già esposti all’Ex Fornace di Milano in occasione di Milano Expo 2015. Da Camogli a Carloforte, da Bonagia a Favignana, Doz ha fotografato la vita in tonnara, soffermandosi sui momenti più intensi, come la mattanza, e sugli istanti di calma, quelli che vedono i tonnarotti riposarsi dalle fatiche della pesca. Un reportage che, non dimenticando il mare, si focalizza sulla gestualità dei tonnarotti, indugia sui volti e sui particolari dei corpi, restituendo lo spaccato di un mondo che sta lentamente scomparendo. Arricchisce la mostra, che sarà allestita fino al 31 ottobre, una piccola selezione di foto artistiche, scatti realizzati tra le tonnare del Mediterraneo e le miniere della Sardegna, da Ingurtosu all’Argentiera. Dialogheranno con l’artista Giannella Demuro, critica d’arte, e Massimiliano Castellani, giornalista dell’Avvenire. 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi