DA LUNEDI’ A TRIESTE LA 3^ SETTIMANA ORGANISTICA AL TARTINI

TRIESTE – Importante acquisizione per il Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste, che ha arricchito il suo parco strumenti di un nuovo organo da studio a 2 manuali a trasmissione integralmente meccanica, la cui costruzione – dopo regolare concorso pubblico – è stata affidata alla Ditta Zanin di Codroipo (UD).

Nonostante i limiti logistici e di budget, il direttore Roberto Turrin e i progettisti non hanno voluto comunque venire meno all’imperativa necessità di dotare l’istituzione di uno strumento che coniugasse il servizio didattico – comprensivo delle letterature di tutti i tempi, come previsto dai vigenti programmi – e la più alta qualità costruttiva. Hanno dunque pensato a uno strumento che fosse dotato, a fronte di soli 9 registri, di un suono profondo e caloroso, di sostanza, che riuscisse a “simulare” e compendiare nella maniera più verosimile la “côte” barocca con un’apertura a un colore già preromantico. Hanno poi voluto un registro di Principale 8′ reale, nella cui ottava bassa sono state impiegate canne Zanin degli anni ’50, con baffi e freni armonici.). Così pure, ai fini di un tocco più comodo e universale, si è rinunciato alla meccanica sospesa, optando per misure moderne di tastiera e pedaliera . E, non ultimo, hanno dotato il secondo manuale di una cassa espressiva, che a un primo collaudo si è rivelata di grande efficacia dinamica. Il progetto fonico è stato curato dal M° Wladimir Matesic, titolare della cattedra di Organo al conservatorio triestino ed elaborato e realizzato da Francesco Zanin.

Questo strumento si affianca al grande organo meccanico da concerto a 3 manuali, recentemente restaurato e collocato nella Sala Tartini e un organo meccanico da studio Tamburini degli anni settanta.

E prende avvio lunedì 9 aprile la terza edizione della Settimana Organistica, organizzata dal Conservatorio Tartini. Alle 15 in Sala Tartini, la prima parte della Masterclass di Improvvisazione Organistica “Per un approccio all’improvvisazione: minimalismo e gesto”, con il docente Fausto Caporali del Conservatorio”G.Verdi” di Torino. Martedì 10 Aprile, sempre in Sala Tartini, alle 10 “Un tuffo nel passato: l’organo al…cinema!”
Proiezione del film muto “Il monello” (“The Kid”) di Charlie Chaplin (1921) con accompagnamento improvvisato all’organo con Fausto Caporali. Nel pomeriggio, alle 15, la seconda parte della Masterclass di Improvvisazione Organistica: “Ipotesi per l’improvvisazione di una colonna sonora”

“Praeludium & fuga” titola, mercoledì 11 aprile, il concerto straordinario che vedrà protagonista all’organo del Conservatorio un grande interprete: Lorenzo Ghielmi, concertista e musicologo di fama internazionale (che da anni si dedica anche allo studio ed all’esecuzione della musica rinascimentale e barocca). Considerato tra i più affermati interpreti dell’opera organistica di Bach, proporrà musiche del grande compositore tedesco nonché di Dietrich Buxtehude. Alle 20.30 In sala Tartini, per i Concerti del Conservatorio primavera/estate 2018.

Giovedì 12 aprile in Sala Tartini dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 19.30, il grande organista Lorenzo Ghielmi, terrà la Masterclass di Organo “Da Frescobaldi a Bach: l’organo in Italia e Germania”

INFO: www.conts.it



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi