DECRETO DIGNITA’, PASTORINO (POSSIBILE): “DA M5S – LEGA COLPO AGLI INSEGNANTI”

“Il decreto Dignità, anche con l’emendamento votato oggi in commissione, non risolve il problema e di fatto mette alla porta migliaia di insegnanti: circa 7.500 già assunti con riserva saranno comunque licenziati al termine del prossimo anno, mentre altri 50mila saranno cancellati dalle graduatorie”.

“La questione riguarda i diplomati magistrali entro il 2001-2002, sui quali si era pronunciato il Consiglio di Stato – lo scorso dicembre – dichiarando che quel titolo di studio non costituisce titolo sufficiente per l’inserimento nelle graduatorie a esaurimento del personale docente”.

“In campagna elettorale Lega e Movimento 5 Stelle avevano promesso una soluzione normativa definitiva. Invece ora, di fronte al problema, l’offerta è quella del licenziamento e un un contratto a tempo determinato, per un anno”.

“Come gruppo di Leu – conclude Pastorino – abbiamo votato contro questa soluzione ritenendola irricevibile. E per questo continueremo a opporci a questo licenziamento di massa. Bisogna adottare una norma per stabilizzare questi docenti, cosi’ come detto in campagna elettorale. Il governo non può tradire queste persone”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi