Di Battista a Cerignola: “Uniti siamo forti, anche se cercano di distrarci e di dividerci”

“Sto girando il Paese per raccontare l’italia che vorrei. Il sistema è incancrenito e nelle sacche di potere cercheranno di ribellarsi se dovessimo arrivare ad aggredire i loro privilegi: vitalizi, maxi stipendi, auto blu ed il modo corrotto in cui gestiscono il potere”. Così Alessandro Di Battista nel corso della tappa cerignolana del tour “Il futuro in programma”.

“Si è fatto un clamore incredibile in questa settimana – ha continuato – su qualcuno dei 5 Stelle che non ha restituito ciò che aveva promesso di restituire ed oggi viene fuori un’inchiesta che fa capire come funziona il sistema della camorra e dei rifiuti. Le persone muoiono per la corruzione, ci stiamo ammalando di cancro a causa della corruzione perché corrompendo un politico vengono nascosti i rifiuti tossici che ci fanno ammalare. Uniti siamo forti, anche se cercano di distrarci, di dividerci. Ognuno di noi – ha concluso Di Battista – è obbligato a diventare strumento di controinformazione, a dedicarsi alle politica, a professare legalità, a tentare di insegnare al proprio figlio non ad essere furbo, ma ad essere bravo e ad alzare la testa. Sventurato è un Paese che potrebbe avere tutto e si accontenta di bonus e mancette quando uniti, come popolo sovrano, saremmo capaci di ottenere e rivendicare diritti”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi