Dichiarazione di Guido Crosetto (FdI)

Le reazioni della borsa alle presentazione del piano industriale di Leonardo mi stupiscono: Profumo ha presentato una situazione reale, seria ma giustamente prudente, ipotizzando però una crescita costante di fatturato e margini ed un consolidamento dei settori core e si è scatenato l’inferno. Come se qualcuno stesse aspettando il segnale per far calare nuovamente il titolo. Già era accaduto qualche mese fa. Lo schema sembra orchestrato da chi magari vorrebbe far scendere le quote di Leonardo e poi acquistare azioni. Io rilevo solo che oggi Leonardo quota in borsa la metà di quanto aiuterebbe la sola Agusta Westland, con i stessi numeri, se fosse americana o francese. Basta vedere il valore di Bell.
Già sottosegretario alla difesa, presidente della federazione delle industrie dell’aerospazio ed ora coordinatore di FDI



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi