Dieci buoni consigli per il risparmio energetico

Dalla campagna “Ci Riesco” di Pubblicità progresso

Dieci buoni consigli per il risparmio energetico Pubblicità Progresso, la Fondazione impegnata in una comunicazione sociale di qualità, ha lanciato già dallo scorso anno la campagna “Ci Riesco” che pone al centro l’ambiente, cercando di diffondere la cultura dei comportamenti virtuosi, declinando le modalità in cui si possono attuare, dimostrando che è utile metterli in pratica non solo per una responsabilità verso il pianeta e la natura, ma anche per il preciso tornaconto che ognuno di noi può trarne per sé, per le proprie tasche, per il futuro dei propri figli. La campagna si articola su otto temi: acqua, energia, aria, cibo, rifiuti, abitare, mobilità e salute. Per ciascuno di essi propone un decalogo di buoni consigli da seguire. Risparmio energetico significa innanzitutto ridurre il proprio fabbisogno di energia, ossia ridurre i consumi di energia necessaria per i nostri bisogni o le nostre attività. Per ottenerlo occorre in primo luogo modificare le abitudini cercando di limitare gli sprechi. A supporto di ciò lo sviluppo tecnologico mette a disposizione varie soluzioni che permettono il risparmio dell’energia consumata attraverso il controllo e l’ottimizzazione, oltre a dispositivi in grado di garantire la produzione di energia da fonti rinnovabili. Ecco quindi i buoni consigli per il risparmio energetico: consigli energia Utilizzare lampadine a risparmio energetico La tecnologia LED permette un grande risparmio energetico in quanto, a parità di potenza assorbita, produce una luce 5 volte superiore rispetto alle classiche lampadine ad incandescenza e alogene. La vita di esercizio di un LED a luce bianca è di 10.000 ore; mettendolo a confronto con le lampadine fluorescenti (7.500 ore di esercizio) e con le lampadine alogene (750 ore), si può notare il risparmio in termini di manutenzione nel tempo. Inoltre i LED sono molto utili anche nell’illuminazione delle aree urbane perché funzionano molto bene a bassa tensione e quindi possono essere facilmente abbinati a sistemi di generazione che sfruttano le energie rinnovabili come vento e sole. Ma anche: Utilizzare serramenti a doppi vetri Migliorare la coibentazione dell’abitazione Evitare di lavare i piatti a mano Ridurre l’utilizzo di acqua calda Utilizzare elettrodomestici per lavare a pieno carico Preferire apparecchi elettronici di classe energetica superiore Utilizzare le ciabatte multipresa Non lasciare la luce accesa inutilmente Realizzare impianti di generazione di energia rinnovabile.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi