DISTRETTO GREEN HI TECH: LA SILICON VALLEY ITALIANA CHE VALE 3,5 MILIARDI DI EURO

L’87,9% del volume d’affari è prodotto dai grandi ma le performance migliori riguardano le piccole società che hanno visto crescere il ROI dal 4,9% del 2013 al 12,3% del 2015.
Monza – Dall’ICT alle energie rinnovabili, le imprese della Silicon Valley che gravitano attorno al Distretto Green High Tech di Monza e Brianza valgono 3,5 miliardi di euro. Si tratta del valore economico apportato dall’attività di oltre 90 società iscritte al distretto innovativo brianzolo, con sede legale in diversi territori lombardi, nello specifico a Monza e Brianza, Milano, Lecco, Bergamo, Brescia, Lodi, alle quali si aggiungono anche due poli a Bologna e a Lucca. Complessivamente il fatturato aggregato del Distretto GHT è pari a 3,8 miliardi di euro. I margini reddituali tra 2013 e 2015 hanno registrato nel complesso una crescita. Tra le società che compongono il distretto le più dinamiche in termini di performance del fatturato sono le medie e piccole.

Entrando nel dettaglio dell’andamento del fatturato delle società, nel triennio 2013-2015, suddivise per classe dimensionale, emerge che l’87,9% del volume d’affari è prodotto dai grandi, il 9,7% dalle medie società, l’1,8% dalle piccole e lo 0,6% dalle micro-società. Riguardo all’andamento dell’indice di redditività del capitale investito di tutte le società del Distretto GHT, le performance migliori riguardano le piccole società che hanno visto crescere il ROI dal 4,9% del 2013 al 12,3% del 2015.

Dall’analisi dettagliata dei bilanci risulta che l’andamento del valore della produzione nel triennio di riferimento, relativo a tutte le società del Distretto GHT ha registrato una flessione tra 2013 e 2014, tuttavia nel 2015, il dato è tornato ai livelli del 2013.

Dal punto di vista del lavoro generato dal distretto GHT e il relativo andamento del saldo occupazionale (dato dalla differenza tra tassi d’ingresso e tassi d’uscita), il quadro è stabile, infatti, in tre anni, il numero complessivo dei dipendenti non ha subito riduzioni rilevanti attestandosi a 18.271 unità nel 2015.

Guardando all’andamento del reddito operativo per macro settori, il comparto di punta è quello dell’elettronica e della microelettronica (45,3% del totale), con oltre 1,7 miliardi di euro di fatturato, seguito dal settore telecomunicazioni (produzione ai servizi), con 1,2 miliardi di euro (29,4% del totale), i servizi “software & sviluppo” con 348 milioni euro di fatturato (9,1%) e da altri settori (91,4 milioni di euro, 2,4% del totale). La performance economico finaziaria del distretto ha rilevanza nazionale come emerge con il confronto con altri distretti italiani.

È quanto emerge dal rapporto “Analisi dei dati di bilancio delle aziende iscritte alla Fondazione Distretto Green High&Tech di Monza e Brianza 2013 – 2015” realizzato dalla Camera di commercio di Monza e Brianza in collaborazione con la Fondazione Distretto Green and High&Tech Monza e Brianza a marzo 2017. L’intero rapporto è scaricabile dal sito www.mb.camcom.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi