“Diventare imprenditori di se stessi” un ciclo di incontri a Forlì

Idee e strumenti per operare in Italia e all’estero a disposizione degli studenti della scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione di Forlì. Al via il 20 novembre e fino a marzo 2016 gli appuntamenti organizzati da Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Università di Bologna-Campus di Forlì, UniCredit e AITI, Associazione Italiana Traduttori e Interpreti
Forlì, 20 novembre – Un’occasione didattica e di crescita preziosa per gli studenti della scuola di lingue e letterature, traduzione e interpretazione del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione del Campus di Forlì. Ad offrirla sono la Camera di Commercio di Forlì-Cesena, l’Università di Bologna con UniCredit e l’Associazione Italiana Traduttori e Interpreti.
Dalla collaborazione tra queste realtà prende vita il ciclo di incontri intitolato “Diventare imprenditori di se stessi – Idee e strumenti per operare in Italia e all’estero”.

Sono numerosi gli studenti del corso di laurea iscritti ai seminari, che, interessati ad avvicinarsi al mondo imprenditoriale, grazie a questo percorso acquisiscono informazioni e indicazioni di carattere pratico e concreto per la loro futura occupazione.
Il corso si è aperto venerdì 20 novembre presso l’Aula Magna di Via Oberdan con i saluti da parte delle istituzioni coinvolte: Rafael Lozano Miralles, Direttore del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione, Antonio Nannini, Segretario Generale della Camera di commercio di Forlì-Cesena, Livio Stellati, Area manager di UniCredit e Luisa Cotta-Ramusino, membro del Direttivo AITI.
La struttura del percorso seminariale si compone di 6 incontri. Al primo appuntamento “Dinamiche Internazionali ed opportunità” seguiranno “Da una Buona Idea a una Buona Impresa” e “Aprire all’Estero dopo la Globalizzazione”, tenuti da un team di docenti UniCredit, mentre gli ultimi 3 appuntamenti saranno condotti dagli esperti AITI e tratteranno il tema dell’ “autoimprenditorialità” dei traduttori e degli interpreti. Gli appuntamenti formativi proseguiranno fino a marzo 2016.
“Da anni la Camera di Commercio – dichiara Antonio Nannini – attraverso progetti mirati come il Temporary Export Manager e il Language Toolkit, opera, in stretta collaborazione coi campus del territorio ed il mondo imprenditoriale, al fine di promuovere e favorire connessioni sempre più vantaggiose e produttive tra queste due realtà. L’istituzione universitaria infatti è garanzia di crescita e di miglioramento per il territorio, soprattutto quando le relazioni con il contesto sociale ed economico sono tali da garantire il trasferimento delle competenze e favorire l’inserimento delle giovani risorse nel mercato del lavoro.”

“Questo ciclo di seminari promuove la collaborazione tra diversi attori istituzionali che mettono in relazione il mondo universitario con quello imprenditoriale favorendo in questo modo le sinergie proficue che arricchiscono i nostri studenti di competenze qualificanti per la futura vita professionale. I nostri studenti rappresentano il bene più prezioso che abbiamo” commenta il direttore del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione, Prof. Rafael Lozano Miralles
“Gli incontri organizzati in sinergia con l’Università di Bologna e la Camera di Commercio di Forlì-Cesena – spiegano da UniCredit – rientrano nei programmi “In-formati” e “Go International!” pensati e realizzati dal nostro Gruppo. Si tratta di piani operativi dedicati alla formazione,attraverso i quali UniCredit – con diverse modalità e in collaborazione con enti e strutture di riferimento per i territori – offre formazione gratuita sui temi di educazione finanziaria, export e internazionalizzazione. UniCredit, infatti, da anni investe in programmi formativi, rivolti a cittadini e imprese con l’obiettivo di sostenere la crescita del territorio anche attraverso la crescita culturale dei suoi cittadini e della sua classe imprenditoriale. E crescere vuol dire innanzitutto conoscere e saper realizzare scelte sostenibili”
“AITI, che opera a livello nazionale e riunisce più di mille traduttori e interpreti, partecipa con entusiasmo e interesse a questo ciclo di incontri, volti a promuovere qualità e competenze tra i nuovi professionisti” riferisce Luisa Cotta-Ramusino, membro del Direttivo AITI
Francesca Zanichelli, studentessa del II anno della Laurea Magistrale in Traduzione specializzata, afferma: “Quando ho saputo del ciclo di lezioni intitolato “Diventare imprenditori di se stessi. Idee e strumenti per operare in Italia e all’estero” ho subito pensato che fosse un’iniziativa attuale e rilevante in grado di aiutare noi studenti che nel prossimo futuro ci affacceremo al mondo del lavoro. Avere la possibilità di ricevere spunti su come operare in Italia e all’estero in ambito linguistico in quest’era di globalizzazione e in un momento così delicato per quanto riguarda l’occupazione giovanile è una grande opportunità e una risorsa vincente”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi