ERP. DE CHIRICO (FI): MINISTRO MINNITI PREPARI LEGGE SPECIALE PER SGOMBERI

Milano – ieri  pomeriggio ho ascoltato con attenzione le onorevoli Gasparini e Malpezzi in audizione a Palazzo Marino. In attesa di poter leggere più nel dettaglio le proposte della commissione parlamentare periferie che verranno votate e presentate ufficialmente il 19 dicembre, il mio auspicio è che già da domani, al primo incontro del comitato metropolitano di Milano, il ministro Minniti ascolti gli attori territoriali e provveda quanto prima a pianificare un grande piano di sgomberi per ridare dignità a tutte le periferie, milanesi e non, che sono in scacco della malavita organizzata. Si provveda a controlli porta a porta, con l’impiego di Polizia e Carabinieri, identificando tutti gli occupanti senza diritto. Di pari passo, bisogna rivedere da subito l’accordo di programma che prevede 12 sgomberi pianificati al mese. Un numero ridicolo se rapportato alle circa 4.300 occupazioni abusive nella sola Milano. L’interesse per le periferie deve essere reale e per dimostrare concretamente questa volontà vengano stanziati fondi straordinari per sostenere i gestori delle case ERP che devono garantire i servizi base agli assegnatari regolari che pagano affitto e spese condominiali. Primo su tutti il riscaldamento che ancora oggi funziona a singhiozzo in molte case popolari. Le periferie non devono essere uno slogan da rispolverare a ogni campagna elettorale, ma devono essere messe al centro dell’azione politica di Governo e Parlamento. Altro che ius soli.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi