Felice Anno Nuovo!

Mentre scrivo quest’articolo sta per terminare il 2017, un anno che per ciascuno di noi ha portato eventi belli e brutti, un altro anno messo comunque in saccoccia. Dal punto di vista matematico il numero 2017 ha una curiosità unica che non so neppure come mi sia venuto in mente di cercare. Provate a impostare su una calcolatrice abbastanza potente l’espressione che calcola la radice cubica di 2017. Ovviamente non viene un numero intero, ma le prime cifre del risultato sono 12,63480759… Curioso, vero?

Ah, forse non si nota la curiosità? Le prime dieci cifre della radice cubica di 2017 sono tutte diverse fra di loro: c’è un 1, un 2… e anche uno 0. Se qualcuno lo pensa banale, lo invito a trovare un caso simile con un altro numero, ad esempio con il 2018.

Buttiamoci allora alle spalle il passato, e pensiamo al 2018. Ci sono amici con i quali ormai da anni preparo gli auguri alla nostra maniera, e adesso condivido con voi.

Ad esempio Alan, enigmista mio concittadino, ha composto questi auguri:

Dal bel mezzo di una fratta

un saluto un po’ di fretta

e, di fatto, d’aria fritta:

molti auguri a tutti, in frotta,

in un anno che è alla frutta.

L’alto carme mio par lasso,

aspro, scarno, frusto, lesso…

Da qui in poi, però, io l’isso.

impegniamoci: sia l’osso

caposaldo, e non il lusso!

Imponiamoci di dare

ogni dì: mai cicli d’ere

tra l’agire dopo il dire

trascorràn. Sol quarti d’ore

o ci aspettan vite dure.

Vediamo di scoprire cosa c’è di strano in questa creazione. Intanto sono tutti ottonari. Poi le iniziali di ogni verso formano la parola DUEMILADICIOTTO; questa composizione si chiama allora acrostico. Inoltre, guardando le rime, sono tre serie girovocaliche, e per comprendere il significato di questo termine basta leggere: fratta – fretta – fritta – frotta – frutta, e analogamente per gli altri versi.

Ci sono poi gli auguri matematici che io e il mio amico Dario Uri prepariamo; quest’anno si è aggregato a noi il giovane Valerio Stancanelli. Si vedono nell’immagine: sono espressioni nelle quali compaiono i numeri da 1 a 9, nell’ordine, e il risultato è sempre 2018. Successivamente si prendono i numeri fino a 8, poi fino a 7, e si continua fino a che si riesce. Chi vuole cimentarsi, può farlo. Come avrete capito, è sempre una scusa per porgervi i miei auguri di un 2018 che può essere con o senza enigmi, ma deve essere sereno.

Giorgio Dendi

www.giorgiodendi.it

 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi