FERROVIE: REGIONI E TRENITALIA SCARICANO LE RESPONSABILITA’ SULL’ALGORITMO CHE STANGA I PENDOLARI

L’AUMENTO SCATTA QUANDO IL TRENO PASSA DA UNA REGIONE ALL’ALTRA  

Il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma chiedendo di indagare sui responsabili che da oltre 10 anni, a causa di un errato algoritmo approvato nella Conferenza Regioni nel 2007, hanno causato un aumento degli importi dei biglietti dei treni e degli abbonamenti ferroviari per le tratte che attraversano più regioni.

“A pagare sono sempre i pendolari – afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi – penalizzati non solo dai treni soppressi, in ritardo, sporchi e superaffollati, ma anche da aumenti dei prezzi degli abbonamenti e dei biglietti, sempre più rincarati negli anni a causa di questo algoritmo errato il quale, anziché diminuire il prezzo della tratta nel caso di una più lunga percorrenza, lo aumentava”.

Il Codacons sta predisponendo inoltre una costituzione di massa di tutti i pendolari Trenitalia per far ottenere loro il rimborso di quanto ingiustificatamente pagato a causa di questo algoritmo errato.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi