Filosofi lungo l’Oglio

cover_nl

Terza settimana per il festival itinerante, da Botticino a Palazzolo, con Cacciari grande protagonista del Premio Internazionale di Filosofia
Continua con successo il festival Filosofi lungo l’Oglio, ideato e diretto da Francesca Nodari e giunto alla XII edizione. La settimana in partenza si preannuncia arricchita da intellettuali importanti, tra le quali spicca il filosofo e politico Massimo Cacciari.

Il primo pensatore a inaugurare la settimana è usualmente ospite in molte trasmissioni televisive, e tra le figure fisse del programma in giallo Quarto Grado: Alessandro Meluzzi – psichiatra, psicologo clinico, psicoterapeuta e scrittore – atteso a Botticino, lunedì 19, alle ore 21.15. Al Teatro del Centro Lucia (via Longhetta 1), declina il tema della manifestazione «Toccare», con l’intervento Memoria tattile. Vicinanza, attaccamento, separazione, perdita e oblio.

Segue l’indomani, martedì 20 giugno, la lezione di Ilvo Diamanti, tra i più apprezzati sociologi e politologi contemporanei, intervenuto nell’agorà politica anche negli ultimi giorni sul risultato delle Amministrative. L’intervento bresciano ha il suggestivo titolo Toccare la democrazia, nella bella cornice di Corte Margherita a Corzano (via Curzio), alle ore 21.15.

Dopo una pausa di quattro giorni, sabato 24 giugno è tra le serate clou del Festival, con la presenza del «filosofo nazionale», noto volto televisivo protagonista di molti dibattiti: Massimo Cacciari, docente di Estetica all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, tra le menti più raffinate e analitiche del nostro tempo, ospite alle ore 21.15 a Palazzolo sull’Oglio, all’Auditorium San Fedele in Piazza Zamara. La serata coincide con la cerimonia di proclamazione del «Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente»

Biografie

ALESSANDRO MELUZZI

Alessandro Meluzzi, fondatore della Cooperativa Sociale A-B Agape «Madre dell’Accoglienza» Onlus di Albugnano in provincia di Asti, è attivo come Psichiatra, Psicologo Clinico e Psicoterapeuta presso gli studi di Torino, Roma e Rimini. Dopo la maturità classica, si è laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Psichiatria a Torino. Ha inoltre conseguito il Baccalaureato in Filosofia e Mistica presso il Pontificio Ateneo S. Anselmo di Roma. Insegna come docente presso prestigiose università ed è direttore Scientifico presso l’Istituto di Psicoterapia Umanistico-Esistenziale I.P.U.E. e Presidente della Società Italiana di Criminologia Investigativa di Roma. Meluzziè anche autore di oltre duecento pubblicazioni scientifiche e dieci monografie in materia psicologica, psicoterapeutica, psichiatrica e antropologico – filosofica ed è autore televisivo, volto noto della trasmissione “Quarto Grado”, nonché collaboratore di servizi su programmi nazionali ed esteri. È portavoce della Comunità «Incontro» fondata da Pierino Gelmini. È autore di varie pubblicazioni dedicate alla religione.Nel 2007, presso l’Arcieparchia di Homs, in Siria, è stato consacrato da Teodoro Battista diacono della Chiesa greco-melchita, chiesa di rito orientale che riconosce il Papa. Nel mese di maggio del 2015, è stato ordinato presbitero ortodosso della Chiesa ortodossa italiana, da mons. Adeodato Mancini in punto di morte, e il 6 novembre 2015 è stato proclamato Primate di questa chiesa col nome di Alessandro I. È autore di numerose opere, tra le quali ricordiamo le più recenti: Crimini e Mass Media. Distorsioni e suggestioni di stampa e tv nei grandi casi di cronaca nera, Infinito edizioni, Modena 2014; Cura all’anima, anima alla cura. Il counseling religioso come guida terapeutica dell’essere umano, Infinito edizioni, Modena 2015; Madri assassine. Dal dramma di Medea alla psicopatologia del quotidiano, Imprimatur, Reggio Emilia 2016; Ammonire i peccatori, Marcianum Press, Roma 2016; Società fusa (con T. Bardellino), Runa Padova 2016; Dei delitti e delle pene 2.0 (con M. Meluzzi), Eurilink, Roma 2017.

ILVO DIAMANTI

Ilvo Diamanti, tra i più apprezzati sociologi e politologi contemporanei, Ilvo Diamanti è Professore ordinario di Scienza politica presso l’Università Carlo Bo’ di Urbino, dove è attualmente Professore ordinario di Scienza politica. Nello stesso ateneo dirige il Laboratorio di Studi Politici e Sociali (LaPolis) ed è prorettore per i rapporti internazionali e con il territorio. Le sue ricerche vertono soprattutto su temi come le autonomie e i movimenti autonomisti in Italia e in Europa, le trasformazioni del sistema politico e della democrazia, il cambiamento sociale del paese attraverso le generazioni. Già editorialista de «Il Sole 24 Ore», scrive su «la Repubblica» e «Le Monde». Presidente di Demos & Pi, istituto per il quale cura indagini e ricerche sulla società italiana, è componente del comitato scientifico di svariate riviste di studi, fra cui: «Rassegna Italiana di Sociologia», «Rivista Italiana di Scienza Politica», «Political and Economic Trends», «Limes», «Economia e Società Regionale», «Critique Internationale». In televisione, partecipa da tempo ai programmi di Corrado Augias, come ospite fisso. In particolare ai «Visionari”» e a «Quante storie”» con sondaggi e analisi. Nella stagione 2015-16 della trasmissione «Ballarò» ha curato la rubrica Password, da cui ha tratto un libro, pubblicato da poco da Feltrinelli. Nel 2016 su invito della Presidente della Camera, è nominato membro della “Commissione parlamentare sull’intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni di odio etnico”. Tra le sue pubblicazioni: Sillabario dei tempi tristi, Feltrinelli, Milano 2011; Tempi strani. Un nuovo sillabario, Feltrinelli, Milano 2012; Gramsci, Manzoni e mia suocera. Quando gli esperti sbagliano le previsioni politiche, Il Mulino, Bologna 2012; Un salto nel voto. Ritratto politico dell’Italia di oggi, Laterza, Roma 2013; Gli italiani e la Bibbia, (con L. Ceccarini, M. Di Pierdomenico) EDB, Bologna 2014; Democrazia ibrida, Laterza, Roma 2014; Password. Renzi, la Juve e altre questioni italiane, Feltrinelli, Milano 2016.

MASSIMO CACCIARI

Massimo Cacciari è professore di Estetica presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Nel 1967, sotto la guida del professor Dino Formaggio, si laurea in Filosofia all’Università di Padova con una tesi sulla Critica del giudizio di Immanuel Kant, avendo come relatore Sergio Bettini. Nel 1980 diviene professore associato di Estetica presso l’Istituto di Architettura di Venezia, dove nel 1985 diventa professore ordinario. Nel 2002 fonda la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele a Cesano Maderno, di cui è Preside fino al 2005. È tra i fondatori di alcune riviste di filosofia, che hanno segnato il dibattito dagli anni sessanta agli anni ottanta, tra cui «Angelus Novus», «Contropiano», «il Centauro». Ha rivolto la sua attenzione alla crisi dell’idealismo tedesco e dei sistemi dialettici, valorizzando la critica della metafisica occidentale propria di Nietzsche e di Heidegger e seguendo la genealogia del pensiero nichilistico nei classici della mistica tardo-antica, medievale e moderna. Sulla scorta della tradizione neoplatonica ha ripensato il tema dell’inizio oltre il Deus esse. Tra i numerosi riconoscimenti sono da ricordare la laurea honoris causa in Architettura conferita dall’Università degli Studi di Genova nel 2003 e la laurea honoris causa in Scienze politiche conferita dall’Università di Bucarest nel 2007. Ha pubblicato numerose opere e saggi, tra i quali meritano una particolare attenzione: Krisis, Feltrinelli, Milano 1976; Pensiero negativo e razionalizzazione Marsilio, Padova 1977; Icone della legge, Adelphi, Milano 1985 (nuova edizione 2002); L’angelo necessario, Adelphi, Milano 1986 (nuova edizione 2002); Le forme del fare, (con M. Donà e R. Gasparotti), Liguori, Napoli 1989; Dell’inizio, Adelphi, Milano 1990 (nuova edizione nel 2001); Arte, tragedia, tecnica, (con M. Donà), Raffaello Cortina, Milano 2000; Della cosa ultima, Adelphi, Milano 2004; Tre icone, Adelphi, Milano 2007; Hamletica, Adelphi, Milano 2009; La città, Pazzini, Rimini 2009; Il dolore dell’altro. Una lettura dell’Ecuba di Euripide e del Libro di Giobbe, Saletta dell’Uva, Caserta 2010; I comandamenti. Io sono il Signore Dio tuo (con P. Coda), il Mulino, Bologna 2010; I comandamenti. Ama il prossimo tuo (con E. Bianchi), il Mulino, Bologna 2011; Doppio ritratto. San Francesco in Dante e Giotto, Adelphi, Milano 2012; Il potere che frena, Adelphi, Milano, 2013; Il potere che frena, Adelphi, Milano 2013; Beato Angelico e l’Umanesimo, Città Ideale, Prato 2013; Labirinto filosofico, Adelphi, Milano 2014. Re Lear. Padri, figli, eredi, Saletta dell’Uva, Caserta 2015. Teologia e politica al crocevia della storia (a cura di Gasparri M.; Capelli F.), AlboVersorio, Senago 2015. Filologia e filosofia, Bononia University Press, Bologna 2015, Occidente senza utopie (con P. Prodi), Il Mulino Bologna, 2016, Dio nei doppi pensieri. Attualità di Italo Mancini (con B. Forte), Morcelliana Brescia, 2017.

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.