FINPIEMONTE, SUBITO UNA COMMISSIONE D’INCHIESTA, CHIAMPARINO SI SVEGLI E INTERVENGA SUBITO

Non è più rinviabile una Commissione d’inchiesta regionale sui fatti di Finpiemonte. Mancano all’appello 11 milioni di euro dei cittadini piemontesi, 3 arresti tra cui l’ex presidente e sequestri per 6 milioni di euro. Cosa deve ancora succedere per svegliare Chiamparino e la sua maggioranza?

Mentre il Pd si appassiona al dibattito “Salizzoni sì, Salizzoni no” un uomo del centrosinistra, messo ai vertici della più importante società regionale, finisce agli arresti.

All’inizio di questa vicenda giudiziaria abbiamo proposto una Commissione d’inchiesta e Chiamparino, insieme a tutto il Partito Democratico, ha fatto orecchie da mercante. In occasione del prossimo Consiglio regionale presenteremo nuovamente questa richiesta.

E’ necessario mettere in campo tutti gli strumenti utili per fare chiarezza e prevenire simili episodi in futuro. La Commissione d’inchiesta regionale è il primo passo per arrivare a questo obiettivo.

La Giunta Chiamparino invece va nella direzione contraria. La recente riforma di Finpiemonte, che verrà trasformata in una banca, non farà altro che concedere ulteriori poteri discrezionali ai vertici della finanziaria piemontese sempre più privi di controlli da parte della politica.

Gruppo regionale M5S Piemonte



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi