Guinness World Record 2015: La torta scolpita più grande del mondo a forma d’Italia

Il 18 novembre, nella Sala Udp di Palazzo Lascaris, il presidente Mauro Laus e la vicepresidente Daniela Ruffino hanno ricevuto la squadra piemontese che il 4 ottobre scorso, all’Expo di Milano, si è aggiudicata il Guinness World Record 2015 con una torta scolpita a forma d’Italia di 224 metri quadrati, la più grande del mondo, strappando il precedente record alla Gran Bretagna.

Il presidente Laus ha invitato il team piemontese “a volare ancora più in alto per provare ad aggiudicarsi prossimamente un nuovo Guinness World Record con la riproduzione dell’Europa, che rappresenta sempre di più la nostra sfida per il futuro”.

“L’iniziativa è stata fortemente voluta – commenta la vicepresidente Ruffino – per sostenere e incoraggiare una squadra piemontese e prevalentemente femminile che crede nei propri talenti e nella propria creatività. Sappiamo quanto le donne possono fare e realizzare di buono e di bello se legate da un comune obiettivo. Un lavoro, tra l’altro, patrocinato da Expo 2015. Una giornata oggi che riporta la serenità del fare in un momento difficile per tutti gli europei”.

Per l’occasione, la squadra ha portato a Palazzo Lascaris una torta scolpita rappresentante il Piemonte, quattro volte più piccola di quella realizzata per partecipare, con i team delle altre regioni, al tentativo di record premiato il 4 ottobre. Il dolce originale preparato per il record ha richiesto l’utilizzo di 3 chili di ghiaccia reale (zucchero+tuorlo d’uovo), 4 chili di pasta di zucchero, quasi 3 chili di rice crispies (marshmallow+fiocchi di cereali), biscotti e gelatine per realizzare il Po e i laghi Maggiore e d’Orta, su una base di 7 strati di pan di Spagna.

La torta scolpita a forma d’Italia più grande del mondo, che era poi stata tagliata in 12 mila porzioni, era un capolavoro da 12 tonnellate, confezionato con 10 mila uova, 700 chili di farina e 700 di margarina vegetale, 360 chili di zucchero semolato e 800 a velo, 350 chili di pasta di zucchero, 5 chili di coloranti, 100 chili di masmallow e 100 di rice crispies. L’altezza massima dei monumenti raggiungeva 54 centimetri. Inoltre, sono stati impiegati 5 forni professionali, 5 miscelatori, 16 sfogliatrici, 300 mattarelli, 10 areografi e 200 set di strumenti per la modellazione.

I campioni piemontesi sono: Giuseppina Alaimo, Daniela Alborino (caposquadra che ha coordinato il lavoro di tutti i team regionali insieme alla caposquadra della Sardegna), Antonella Campagna, Viviana Cagnasso, Maria Cagnina, Gisella Lo Giudice, Cristina Spagnuolo, Biljana Stojanovic Gavrilovic, Lorena Lo Pressi, Mariella Randazzo, Ornella Alpe, Giovanna Sacco, Maria Altanese  e, infine, Giovanni Bianco Morvan, unico pasticcere di professionista, che si è occupato di realizzare il pan di Spagna.

AB

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi