I contratti aziendali valgono 1.588 € per lavoratore

Questo è il motivo per cui la CISL crede da sempre nella cosiddetta contrattazione di secondo livello detta anche aziendale o territoriale a seconda dei casi. Insomma si tratta del contratto stipultato tra sindacati aziendali e impresa, che si aggiunge al contratto nazionale che è firmato tra sindacati nazionali e associazioni nazionali delle imprese.

La CISL Nazionale ha raccolto ed elaborato 2.196 accordi di secondo livello sottoscritti nel 2016 e nel 2017, riguardanti 1.078 imprese che occupano 928.260 lavoratori ( https://goo.gl/aNG9Wd ): una banca dati unica in Italia che dimostra l’importanza concreta della contrattazione intergrativa. Infatti, soffermandoci solo sull’aspetto economico, si osserva che il premio medio annuo è di euro 1.588 praticamente una ulteriore mensilità. Un importo che nessun aumento di contratto nazionale potrebbe consentire. A questo si aggiunge il beneficio fiscale della tassazione agevolata al 10%, un aspetto su cui la CISL non manca di porre attenzione nel momento n cui il Governo emana la “legge di stabilità”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi