IL CONSORZIO ITTICO IPPOCAMPO PLADUE LA REGIONE CAMPANIA

IL CONSORZIO ITTICO IPPOCAMPO PLADUE LA REGIONE CAMPANIA PER L’ATTIVAZIONE DEI PIANI DI GESTIONE LOCALE CHE PREVEDONO LO STOP DELLA PESCA IN ALCUNE AREE MARINE PER CONSENTIRE IL RIPOPOLAMENTE DEGLI STOCK ITTICI.

La Regione Campania adotta in via definitiva i Piani di Gestione Locale per la salvaguardia delle risorse ittiche e fissa lo stop di tre mesi sia per la pesca sportiva che professionale in alcune aree del salernitano e della costiera amalfitana. Il Consorzio Ippocampo di Salerno, nella rete di Federcoopesca Confcooperative Campania, in un’ottica di collaborazione con la Regione e con gli enti preposti alla vigilanza, invita i pescatori professionali e sportivi a rispettare il divieto.

La Regione Campania dà il via libera ad azioni che permetteranno di tutelare le risorse ittiche regionali e in particolare quelle del salernitano. Questo comporterà, dal 1° Ottobre fino al 31 Dicembre 2015, il divieto di pesca nell’area marina di Capo D’Orso e nel tratto marino compreso tra la foce del fiume Tusciano ed il Lido Lago. Inoltre, i pescherecci autorizzati ad effettuare la pesca a circuizione, osserveranno un periodo di fermo volontario dal 1° ottobre al 15 novembre 2015.

“Siamo soddisfatti per la volontà delle nostre istituzioni di dare forza ad un’iniziativa che consente alla categoria della pesca professionale di autoregolamentare l’attività nella direzione della tutela dell’ecosistema marino” commentano dal Consorzio Ittico Ippocampo di Salerno, nella rete di Federcoopesca Confcooperative Campania.

Il Consorzio Ittico Ippocampo, infatti, dopo aver ottenuto un’adesione superiore al 70% dei pescatori professionisti iscritti al compartimento marittimo di Salerno, ha presentato circa due anni fa, tre Piani di Gestione Locale che sono stati approvati prima dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, con decreto dirigenziale n 15801 del 14/08/2015, e poi dalla Regione Campania, la quale ha approvato la graduatoria definitiva.

IN PARTICOLARE

Le misure proposte dai singoli Piani Locali di Gestione prevedono:

PLG CIRCUIZIONE SALERNO:

I natanti autorizzati alla pesca con il sistema della circuizione meccanica per la cattura del pesce azzurro, osserveranno un periodo di fermo volontario dell’attività nel compartimento marittimo di Salerno dal 01/10/2015 al 15/11/2015;

PLG PICCOLA PESCA COSTIERA LOCALE AMALFITANA:

L’istituzione di un’area di ripopolamento delle risorse ittiche (NURSERY) nell’area marina di “CAPO D’ORSO” in cui sarà interdetta sia la pesca professionale che sportiva dal 01/10/2015 AL 31/12/2015; I pescatori saranno “le sentinelle del Mare” per il controllo dell’area di ripopolamento, in collaborazione con le Autorità Marittime competenti;

PLG PICCOLA PESCA SALERNO:

L’istituzione di un’area di ripopolamento (NURSERY) nel tratto marino compreso tra la foce del fiume Tusciano ed il “Lido Lago” dove sarà interdetta sia la pesca professionale che quella sportiva dal 01/10/2015 al 31/12/2015. I pescatori saranno “le sentinelle del Mare” per il controllo dell’area di ripopolamento, in collaborazione con le Autorità Marittime competenti.

Marina Bisogno



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi