Il Festival della Comunicazione a Camogli

LogoFestivalComunicazioneCamogli2015

Nella sua seconda edizione, uno sguardo a 360° sull’evoluzione del linguaggio
Sono stati circa 20mila i partecipanti dello scorso anno al Festival della Comunicazione, manifestazione ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer che quest’anno ritorna a Camogli, da giovedì 10 a domenica 13 settembre 2015.

Si tratta di quattro giornate che saranno dedicate ad approfondire uno degli aspetti fondanti di ogni comunicazione, il linguaggio, e che vedranno la partecipazione di oltre 120 ospiti, che si alterneranno tra conferenze, tavole rotonde, laboratori, mostre, escursioni, spettacoli e un’installazione ambientale.

A dare il via alle quattro giornate sarà la lectio del linguista Tullio De Mauro con “Il linguaggio degli italiani dall’Unità d’Italia a oggi”.

A parlare di linguaggio della cultura digitale ci sarà, tra gli altri, lo Youtuber Daniele Doesn’t Matter con “I Millennials: i linguaggi e i contenuti dei nuovi media”.

La blogger Anna Venere interverrà su “Moda e web. La parola ai non addetti ai lavori”: il web ha permesso una rivoluzione nel mondo della moda.

Il blogger Silvio Gulizia nell’intervento “Il blog come strumento di storytelling ed emancipazione” porterà esempi di business e modelli di successo.

Come comunicare la ricerca e le novità in abito scientifico? Cercherà di dare risposta a questo interrogativo, tra gli altri, Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia, nel talk “L’innovazione tecnologica umano-centrica bioispirata”

Piero Angela svelerà le diverse tecniche per rendere gli argomenti più complessi non solo comprensibili ma attraenti “Il linguaggio degli oggetti”.

Le catastrofi naturali non esistono, esiste solo la nostra incapacità di rapportarci al mondo naturale, questa idea sarà esposta dal geologo Mario Tozzi.

Ivano Dionigi, che rifletterà su “Il latino nell’era di Twitter . l’autore televisivo Carlo Freccero traccerà la figura de “Il missionario: il manipolatore manipolato”, e, insieme al giornalista Aldo Grasso si interrogherà sul quesito “La Rai fa servizio pubblico?”.

Si parlerà Di cinema con i registi Marco Tullio Giordana (“Il linguaggio del cinema”) e Pupi Avati, che insieme all’amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane Michele Mario Elia presenterà il mediometraggio “Un viaggio di cento anni”, film-documentario che narra un viaggio nel tempo all’interno di un convoglio che, di vagone in vagone, ci farà vivere eventi salienti o quotidiani degli ultimi cento anni della nostra storia.

dal cofondatore di Storyfactory Andrea Fontana in “Narrare l’impresa. Il ruolo dello storytelling nella comunicazione aziendale e politica”.

Annalisa Galardi di Wingage e Carlo Turati, autore teatrale e televisivo, spiegheranno invece nell’intervento “Storydoing: storie da raccontare, catturare, agire”, ed ancora “Degustazione sostenibile” con lo chef Alessandro Dentone.

L’analisi degli elementi cardine della comunicazione dei leader saranno oggetto dello speech di Alessandro Militi, vice president of marketing & sales di Fox International Channels It. Seguiranno moltissimi altri ospiti. Inoltre il Festival prevede laboratori studiati specificamente per le diverse fasce di età dei partecipanti in collaborazione anche con L’istituto Italiano di Tecnologia di Genova.

Si arricchisce quest’anno il programma dedicato ai più piccoli, con vari appuntamenti: “Lupi di mare al mare”, “Smidollato o vertebrato al microscopio”, “Coderdojo”, “Tra cielo e mare: atelier di pittura” con l’artista Pietro Spica, “Pesca il pesce giusto” e “Eco Enigmistica.

Quattro spettacoli sono previsti a conclusione delle quattro giornate con artisti quali Gianni Coscia con Gianluigi Trovesi, Giorgio Conte in “Cascina Piovanotto”, i giornalisti Federico Rampini con “All you need is love! L’economia spiegata con i Beatles” e Marco Travaglio con “Slurp! Lecchini, cortigiani & penne alla bava. La stampa al servizio dei potenti che ci hanno rovinati”.

Infine sono in programma tre escursioni in mare nell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino e quattro passeggiate sul Monte di Portofino. Inoltre, sulla spiaggia di Camogli, sarà allestita l’installazione ambientale “Salviamo il Mediterraneo” a cura del biologo Maurizio Wurtz.
Gli interventi saranno suddivisi in quattro grandi aree: il linguaggio della cultura digitale; il linguaggio scientifico; il linguaggio delle arti e il linguaggio delle imprese.

L’iniziativa si avvale ancora una volta della magistrale “guida” di Umberto Eco, la cui lectio magistralis “Tu, Lei, la memoria e l’insulto” chiuderà il festival.
Tutte le iniziative sono gratuite e aperte al pubblico fino ad esaurimento posti.

Per prenotare on-line l’accesso agli eventi: www.festivalcomunicazione.it
Facebook: FestivalComunicazione

Twitter: FestivalCom

Instagram: https://instagram.com/festivalcomcamogli

Pinterest: festivalcom
Il festival è promosso da: Regione Liguria e dal Comune di Camogli, in collaborazione con Istituto Italiano di Tecnologia di Genova

Talent Garden di Genova, Ente Parco di Portofino, Area Marina Protetta di Portofino.
Franco Cortese Notizie in un click settembre 2015

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.