Immigrazione, Capo dip. Libertà Civili conferma: solo in Puglia due centri per rimpatri

On. Brescia (M5S): “Un favore a caporali e malavita”

In Puglia, a differenza di tutte le altre regioni italiane, ci saranno ben due Centri per rimpatri: oltre al centro di Brindisi già attivo, sarà riattivato l’ex-CIE di Bari i cui lavori di ristrutturazione sono stati ultimati. Lo ha comunicato il prefetto Gerardo Pantalone, Capo dipartimento libertà civili e immigrazione, rispondendo in audizione ad una domanda del deputato M5S pugliese Giuseppe Brescia, vicepresidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sui centri di accoglienza. A darne notizia è lo stesso Brescia che in merito dichiara:

“A differenza da quanto annunciato dal Ministro Minniti che aveva garantito che in ogni regione sarebbe stato presente al massimo un Centro per i rimpatri, la Puglia sarà l’unica regione ad averne addirittura due. Ribadiamo la nostra assoluta contrarietà all’istituzione di questi centri che, oltre ad essere strumenti assolutamente inadeguati e inefficaci, sono luoghi nei quali i diritti umani vengono quotidianamente lesi. I rimpatri infatti, troppo difficili e costosi, non vengono eseguiti e così i migranti, dopo qualche mese, vengono rilasciati sul territorio come “irregolari”. La diretta conseguenza è inevitabile dal momento che queste persone non avendo le carte in regola per poter ricercare un lavoro sono costrette a rivolgersi, o ad accettare le “offerte”, dell’unica azienda in grado di promettergli un sostentamento: la malavita. E così, nella maggior parte dei casi, finiscono nelle maglie dei caporali, continuando ad alimentare la piaga dello sfruttamento dei lavoratori nei campi. Questo è il sistema studiato da questo Governo di incapaci.”

Alberto Claudio De Giglio



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi