In occasione dei suoi 15 anni e della Giornata mondiale dell’Ambiente, Agroinnova torna al Teatro Carignano con “Respiro”

In occasione dei suoi 15 anni e della Giornata mondiale dell’Ambiente, Agroinnova torna al Teatro Carignano con “Respiro”, uno spettacolo finalizzato a comunicare l’importanza della tutela dell’ambiente
L’evento, gratuito e aperto al pubblico, è organizzato dal Centro di Competenza per l’Innovazione in campo agro-ambientale dell’Università di Torino, in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, e ha ottenuto il patrocinio della Green Week promossa dalla Commissione Europea. Sul palco Laura Curino, Bruno Maria Ferraro, Paola Giglio e Andrea Fazzari, per la regia di Ivana Ferri e la produzione del Tangram Teatro di Torino 

Torino –  Dopo il successo registrato con il “tutto esaurito” lo scorso anno da “Emphasis per l’ambiente”, Agroinnova, il Centro di Competenza per l’Innovazione in campo agro-ambientale dell’Università di Torino, ha deciso di aprire i festeggiamenti per i suoi 15 anni di attività riportando anche quest’anno le piante a teatro con un nuovo spettacolo originale finalizzato a sensibilizzare il pubblico sull’importanza della tutela dell’ambiente e del patrimonio agricolo e forestale. E lo fa questa volta con “Respiro”, una pièce teatrale liberamente tratta da “I Diari di Adamo ed Eva” di Mark Twain per la regia di Ivana Ferri e la produzione del Tangram Teatro di Torino, che andrà in scena il prossimo lunedì 5 giugno – Giornata Mondiale dell’Ambiente – alle 21, ancora una volta sul prestigioso palco del Teatro Carignano. Protagonisti, Laura Curino e Bruno Maria Ferraro, con la partecipazione dei giovani Paola Giglio e Andrea Fazzari.
L’evento, gratuito e aperto alla cittadinanza, che gode del Patrocinio della Green Week Europea, della Regione Piemonte, della Città di Torino e della Società Italiana di Patologia Vegetale è realizzato in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, con il sostegno di Dow AgroSciences Italia, Digestivo Larice, dell’agenzia Spin-To e con la media partnership di Torino Magazine.
La regista, Ivana Ferri conduce con sguardo ironico lo spettatore dentro quel complicato “ecosistema” in cui tutti noi viviamo, un sistema fatto di persone, di animali, di piante e soprattutto di rapporti, di legami e di relazioni. Prendendo spunto dal concetto di One Health (il nuovo approccio interdisciplinare alla salute che sta emergendo per garantire la biodiversità e proteggere la conservazione degli ecosistemi) Ferri costruisce uno spettacolo articolato in cui l’eden è l’ecosistema perfetto che l’uomo e la donna cominciano a modificare fino a romperne l’equilibrio. Lo spettacolo ci dice con forza e con poesia che dobbiamo ricomporre il puzzle che abbiamo distrutto e che solo il rispetto per l’ambiente, per gli animali e per “l’uomo” stesso, solo una “cura” che comprenda tutto e tutti potrà provare a ricostituire l’ambiente ferito che ci ospita.
Anche la scelta della data non è casuale: il 5 giugno è infatti la Giornata mondiale dell’Ambiente e l’evento è stato anche inserito nel calendario della “Green week” promossa dalla Commissione Europea, un insieme di iniziative distribuite in tutta Europa per ricordare al pubblico la necessità di rispettare e proteggere il pianeta su cui viviamo.
“Questo spettacolo – commenta Maria Lodovica Gullino, Direttore di Agroinnova – volutamente organizzato nell’ambito della “Giornata Mondiale dell’Ambiente”, intende dare un piccolo contributo per sensibilizzare il pubblico sulla necessità di tutelare il nostro patrimonio agricolo e forestale: curare le piante e far sì che esse possano crescere in buona salute è oggi una necessità, per poter garantire alle generazioni future un mondo migliore. Le piante costituiscono una risorsa fondamentale per la tutela dell’ambiente e per la vita dell’uomo: esse rappresentano una fonte primaria di cibo e un patrimonio essenziale per la conservazione degli ecosistemi sul nostro pianeta. Ecco perché Agroinnova ha ritenuto opportuno portarle a Teatro. Con la speranza che il pubblico apprezzi, oltre allo spettacolo, anche l’impegno che il Centro mette dal 2002 nella promozione di un’agricoltura più sostenibile, quale attore protagonista della green economy a livello nazionale ed internazionale”.
“Siamo convinti che il teatro, meglio di altre forme espressive – aggiunge la regista Ivana Ferri – possa raccontare e creare partecipazione su temi fondamentali per tutti noi. Al di là delle facili prese di posizione, delle diverse opinioni e dei tanti luoghi comuni, l’attenzione per l’ambiente è una necessità”.
L’ingresso allo spettacolo è gratuito e aperto al pubblico fino ad esaurimento dei posti disponibili (non numerati) e previa prenotazione obbligatoria. Lo spettacolo darà inoltre la possibilità agli spettatori di aderire all’iniziativa “Regala un albero alla tua città”, promossa dal Servizio Verde Gestione del Comune di Torino. Nel foyer sarà allestita una raccolta fondi, finalizzata a mettere a dimora uno o più alberi in un’area della città tra quelli presenti nel Vivaio Comunale.
Per prenotazioni: info@spin-to.it



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi