Inaugurata la mostra San Tiburzio

Inaugurata la mostra San Tiburzio sul tema della rigenerazione urbana, prossimo appuntamento venerdì 17 febbraio, alle 17.30, si parlerà di: “I chiostri del Correggio: recupero dell’ex monastero di San Paolo”.
Parma –  Oratorio di San Tiburzio gremito in occasione dell’inaugurazione della mostra: “Il futuro della memoria: sei luoghi per la città”, sei progetti sui temi della rigenerazione urbana che sono stati presentati dal sindaco Federico Pizzarotti, dall’assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici, Michele Alinovi, e dal direttore Generale del Comune, Marco Giorgi. Al momento ha preso parte anche l’amministratore unico di Asp Ad Personam, Marcello Mendogni, in quanto l’oratorio fa parte del patrimonio di Asp. La mostra, composta da 80 pannelli, sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 16.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30, fino al 1 marzo. L’intenzione, come hanno rilevato i relatori, è quella di coinvolgere i cittadini in un processo partecipativo partendo da un luogo, San Tiburzio, per anni chiuso al pubblico, che riapre alla città. Si tratta di un esempio concreto di avvio di un percorso di rigenerazione urbana che nasce dall’apertura di uno spazio quasi dimenticato, un luogo che oggi rivive con questo evento e che potrà essere usato in futuro per altre iniziative sia di tipo pubblico che privato.
Il prossimo appuntamento è per venerdì 17 febbraio, alle 17.30. Si parlerà di: “I chiostri del Correggio: recupero dell’ex monastero di San Paolo”. Al momento prenderanno parte l’assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune, Michele Alinovi; l’architetto Alberto Bordi, curatore del progetto di recupero, per lo Studio Bordi Rossi Zarotti; l’assessore al turismo, attività produttive e commercio del Comune, Cristiano Casa, che si soffermerà sul tema della sede Unesco e dell’Agenzia di Promozione del Territorio; l’assessore allo sport e politiche giovanili del Comune, Giovanni Marani, che focalizzerà il proprio intervento sul tema dei laboratori aperti. Sarà presente Dimitri Tartari del Gabinetto della Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna, coordinatore dell’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna.
L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza e rientra nel percorso del “Forum permanente per lo sviluppo di politiche territoriali integrate”, momento che ha come obiettivo quello di fornire aggiornamenti in divenire sui temi riguardanti lo sviluppo e la trasformazione della città, in un rapporto di apertura e di dialogo con la cittadinanza. L’apertura, in via straordinaria, dell’ex oratorio di San Tiburzio, sarà l’occasione anche per i parmigiani di visitare questo piccolo gioiello.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi