Incontro fra Arpa Liguria e Arpa Toscana a Massa

Più vicine, non soltanto dal punto di vista geografico ma anche operativo. È questo l’elemento scaturito dall’incontro, che si è svolto ieri a Massa, tra i vertici di Arpa Liguria e Arpa Toscana. Nell’ottica del Sistema nazionale di protezione dell’ambiente (Snpa), un passo importante verso una collaborazione sempre più stretta tra le due agenzie.

Per Arpal erano presenti il Direttore Generale Carlo Emanuele Pepe, il Direttore Scientifico Stefano Maggiolo, i Direttori dei Dipartimenti di Genova e La Spezia, Riccardo Sartori e Fabrizia Colonna oltre ai tecnici Felice Lombardo e Dario Lombardo. Arpat Toscana era presente con il Direttore Generale Marcello Mossa Verre, il Direttore tecnico Guido Spinelli, la Direttrice del Dipartimento di Massa Gigliola Ciacchini, e i dirigenti Clara Bigelli e Milo Vignali.

Uno degli aspetti più significativi sui quali Liguria e Toscana lavoreranno insieme è quello relativo alle emergenze ambientali che interessano territori al confine tra le due regioni e che, dunque, necessitano di interventi coordinati da parte delle Agenzie.

Si è parlato, infatti, di come meglio coordinarsi in caso di incendi che coinvolgano le due province confinanti, come è accaduto anche nella scorsa estate, sia nella provincia di Massa che in quella di La Spezia, ma anche di problematiche – come le morie di pesci – relative a corsi d’acqua che interessano i due territori.

Fra i vari argomenti, si è parlato anche delle analisi sui fumi delle navi, dove Arpa Liguria ha maturato una importante esperienza con l’attività pilota, unica nel suo genere in Italia, del monitoraggio a fumaiolo dell’intera tratta di navigazione dei traghetti, e delle problematiche odorigene in generale.

La mente torna agli episodi avvenuti nel mese di maggio a Genova, quando, dopo alcuni giorni, la triangolazione tra gli elementi meteorologici e i controlli effettuati dalle Autorità competenti aveva permesso di identificare la sorgente degli odori in una nave ferma in rada. Una situazione analoga a quella vissuta a Livorno qualche tempo fa e risolta nello stesso modo da Arpat.

Le due regioni sono state anche interessate nel tempo a fenomeni analoghi di spiaggiamento di materiali scaricati da navi in transito lungo le coste, ed anche in questo campo si potranno realizzare sinergie fra le due Arpa.

Nel corso dell’incontro si è parlato anche della riorganizzazione delle Agenzie e anche dei futuri sviluppi di tutto Snpa, in un discorso di collaborazioni che ha gia visto Arpal incontrare Piemonte, Val d’Aosta, Lombardia e Veneto. E adesso la Toscana.

La riunione si è conclusa nel tardo pomeriggio presso la Prefettura di Massa, alla presenza del Prefetto, Enrico Ricci, e di alcuni Sindaci dei comuni della Lunigiana, interessati alla gestione di problematiche di interesse comune.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi