INFANZIA. EDUCAZIONE ALIMENTARE DOPO EXPO GRAZIE ALLA RETE “CUORE DI ZUPPA”

Un progetto finanziato dal Comune con i fondi delle legge 285 per promuovere sani stili di vita tra i più piccoli e le loro famiglie

Milano – Con la conclusione dell’anno scolastico, compie un anno di vita “Cuore di Zuppa”, progetto di “Educazione alla salute, anche alimentare” promosso e co-finanziato con i fondi della legge 285/97, nell’ambito del VI Piano Infanzia e Adolescenza del Comune di Milano che ha l’obiettivo di “Diffondere consapevolezza, conoscenza di contenuti e promozione di equilibrati stili di vita e corrette abitudini alimentari in età pediatrica”.

“Cuore di Zuppa” ha raggiunto nel suo percorso oltre 6mila persone tra bambini, ragazzi, famiglie, docenti, educatori, operatori sociali, di cui 2.500 minori tra i 3 e i 16 anni. La campagna di sensibilizzazione promuove una modalità integrata di “agire” l’educazione alla salute e alla sana alimentazione, coinvolgendo i bambini, i ragazzi e la comunità educativa in un percorso di esperienze e buone pratiche per imparare a stare bene con se stessi e con gli altri. 

Milano, per diffondere la cultura della salute tra i più giovani cittadini, si avvale così di diverse competenze selezionate all’interno del terzo settore, in modo da garantire azioni di prevenzione ma anche di recupero di situazioni a rischio, attraverso il dialogo e un’interazione costante tra gli strumenti della formazione, della conoscenza multiculturale, dell’esercizio fisico e della cura. 

Non solo le regole della nutrizione e la conoscenza della piramide alimentare transculturale con workshop per gruppi scolastici organizzati da Cuore e Parole, ma anche la pratica sportiva, grazie ai campi estivi offerti a soggetti in situazione di fragilità sociale da Società Canottieri Milano, cui si aggiunge l’integrazione con i laboratori interculturali per scuole e famiglie realizzati da Farsi Prossimo per vivere il cibo anche come canale di coesione sociale e di solidarietà. Ed ancora: attraverso la chat psicologica, curata dalla onlus liberaMente tutti i pomeriggi feriali, si sono attivate specifiche prese in carico dei minori presso la Casa Pediatrica dell’Azienda SocioSanitaria Territoriale Fatebenefratelli Sacco, abbattendo con il mezzo digitale le barriere temporali tra l’individuazione del problema e il processo di cura. Infine, i bandi creativi per le scuole, la distribuzione di materiale formativo e laboratoriale per le famiglie ed il sito web www.cuoredizuppa.it, curato da Fondazione Politecnico Milano, hanno raggiunto anche i soggetti non direttamente coinvolti nei lavori.

Tra gli obiettivi di “Cuore di Zuppa”: scoprire e vivere in modo consapevole la piramide alimentare, approcciare a una personale dieta alimentare, esplorare e valorizzare le cucine del mondo e le tradizioni locali, imparare a leggere le proprietà e i metodi di conservazione dei cibi attraverso le etichette, riconoscere e contenere gli sprechi e comprendere il valore emotivo e sociale dell’azione “nutrirsi”.

A mettere in campo il Progetto che ha interessato otto Municipi del Comune di Milano è stata una cordata formata dalla capofila Associazione Cuore e Parole Onlus e dai partner Fondazione Politecnico di Milano, Società Canottieri Milano, Cooperativa Sociale Farsi Prossimo e Associazione liberaMente Onlus con il supporto dell’Ufficio Scolastico per la Lombardia – area territoriale Milano e dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Fatebenefratelli Sacco – Casa Pediatrica.

Questo è uno dei progetti che il Comune di Milano ha deciso di cofinanziare utilizzando i fondi della legge 285, ritenendo fondamentale diffondere nelle scuole, con iniziative diverse, la cultura della salute, le basi per una corretta alimentazione, l’importanza di fare attività fisica. Una opportunità rivolta a tutte le bambine e tutti i bambini e in special modo a chi vive una situazione di fragilità e che ha incluso, grazie a tutte le realtà coinvolte, un numero molto alto di partecipanti tra bambini, ragazzi, genitori ed insegnanti.

“Cuore di Zuppa è il punto di partenza di un lavoro sinergico tra istituzioni, enti del terzo settore e privati – dichiara Paola Brodoloni, fondatrice della capofila Cuore e Parole Onlus – impegnati per il benessere dei minori, ciascuno con il suo bagaglio di esperienze nell’ambito della formazione e della prevenzione: un sodalizio e una contaminazione positiva tra il mondo dell’istruzione e il mondo della salute, fondamentale per raccogliere l’eredità di Expo2015, valorizzare e mettere a frutto tutti i risultati dei percorsi scolastici di promozione di sani stili di vita. Questo primo anno di azioni di rete ha generato la condivisione di buone pratiche tra bambini, ragazzi, scuole, docenti, famiglie e operatori sociali, perché ciò che mangiamo, come mangiamo, e più in generale come viviamo il nostro corpo, può restituire a noi stessi e al nostro organismo benessere e qualità della vita di oggi e di domani, oltre che contribuire ad una positiva socialità e alla cultura dell’integrazione. E’ proprio con l’in-formazione e la sensibilizzazione dei più giovani e delle agenzie educative che si mette in pratica la “politica” di promozione della salute, e quindi di prevenzione e di risparmio sanitario”.

Cuore di Zuppa prosegue per tutto il 2017 il suo cammino su www.cuoredizuppa.it con la chat psicologica, i campi sportivi estivi e da settembre con nuove esperienze rivolte ai gruppi scolastici.

Per informazioni su attività e modalità di iscrizione, contattare il numero 0245477571.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi