Internet? Crea lavoro anche per i professionisti “old style”

Il caso chitarrafacile.com, che ha coinvolto i maestri di chitarra per i suoi corsi e nella sua community online.

Il web viene a volte accusato di estromettere i professionisti “tradizionali”, magari poco avvezzi alla Rete. Un “digital gap” che impoverirebbe molti settori poco predisposti al digitale. Esistono invece diversi esempi nei quali proprio internet, se utilizzato nel modo giusto, ha potuto contribuire alla crescita di questi professionisti “old style”, creando valore e lavoro.

E’ il caso di chitarrafacile.com una community online di quasi 100.000 persone con oltre 5000 visitatori al giorno e dei suoi corsi di chitarra online, rivolti ad appassionati non professionisti che amano ed imparano la chitarra, che si confrontano e che spesso si ritrovano a suonare tra loro, anche fuori dal web.

Anche se non professionisti, è nata l’esigenza di ampliare le proprie capacità, magari approfondendo alcuni aspetti tecnici e per questo per i corsi sono stati coinvolti proprio dei “Maestri di chitarra”, chiamati a tenere video corsi ed a confrontarsi con i partecipanti. Si tratta per lo più di giovani professionisti, con particolare specializzazioni: dall’esperto “strimpellaro” da spiaggia, che propone tutorial semplici ed immediati all’esperto di teoria e composizione, laureato al Conservatorio, dall’esperto di tecnica a quello di blues, dallo specializzato in didattica per bambini a quello in arrangiamenti. Tutti bravi, tutti giovani e tutti coinvolti dalla community online che ha permesso loro non solo di farsi conoscere, ma di lavorare.

Qui la presentazione dei maestri attualmente coinvolti, ma l’elenco è destinato ad aumentare:
https://chitarrafacile.com/maestridichitarra/

“Suonare la chitarra non è solo un hobby che accumuna migliaia di persone, è una vera passione. E in Italia ci sono tanti giovani (e non solo giovani) che hanno fatto della chitarra la propria professione, come insegnanti “tradizionali”. E’ quindi stato naturale coinvolgere questi professionisti per i nostri corsi, dando loro uno spazio importante nella prima community italiana di appassionati amatoriali di chitarra. – ha dichiarato David Carelse, ideatore e fondatore di chitarrafacile.com – Lavoriamo insieme e portiamo avanti tanti progetti senza nemmeno esserci mai visti di persona, comunicando via chat, telefono ed email, anche se presto organizzeremo anche degli incontri dal vivo. Il “Maestro di Chitarra” è una figura professionale che si pensava fosse lontana dalla digitalizzazione, invece grazie a chitarrafacile.com ci si è accorti delle potenzialità straordinarie che il web può mettere a disposizione, facendo incontrare migliaia di persone, tanti nuovi clienti, ma anche tanti amici.”.

“La nostra esperienza potrebbe essere preziosa in tanti altri ambiti, perché permette di creare lavoro reale e di valorizzare l’impegno di tanti professionisti, tra i maestri di musica, ma anche in tanti altri ambiti. In questo modo il web non impoverisce, ma anzi crea davvero delle opportunità concrete. Così come è accaduto per la nostra community: internet ed i social non sono stati degli strumenti che hanno isolato, ma anzi hanno creato legami, rapporti, condivisione di una passione.” – ha concluso Carelse.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi