Istituito un centro provinciale di farmacovigilanza

Il fenomeno delle reazioni avverse ai farmaci ha un rilevante impatto clinico e un elevato costo sociale ed economico. Una attenta attività di farmacovigilanza risulta quindi indispensabile al fine di promuovere la tutela della salute e la sostenibilità del sistema sanitario, anche in Trentino. Nasce da queste premesse il progetto dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari
riguardante l’istituzione di un centro provinciale di farmacovigilanza, farmacoepidemiologia e informazione sul farmaco, approvato oggi dalla Giunta su proposta dell’assessore alla salute Luca Zeni.

Il Centro, attraverso un attento monitoraggio dell’uso dei medicinali, la realizzazione di interventi mirati di formazione degli operatori sull’uso appropriato dei farmaci e la sensibilizzazione sul tema della sicurezza, si propone di ridurre l’incidenza delle reazioni avverse e, di conseguenza, anche le ospedalizzazioni e gli inevitabili costi associati.

Il Centro sarà istituito come struttura semplice presso il Servizio politiche del farmaco dell’Apss e collaborerà con le altre strutture di settore, quali il Servizio igiene e sanità pubblica, Il Servizio di governance clinica, Il Servizio di programmazione e controllo gestione, le Unità operative di farmacia ospedaliera.
(mp)



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi